Tragico finale per Paraic Casey nel Canale della Manica


Paraic Casey e la sua ultima impresa: traversare il Canale della Manica a nuoto

Domenica 22 Luglio il nuotatore irlandese Paraic Casey ha perso la vita ad un chilometro dal traguardo durante la traversata della Manica nel tentativo di raccogliere fondi per due associazioni di beneficenza, il Marymount hospice di Cork e la Society of St Vincent de Paul.

Casey, iscritto al club di nuoto Sandycove di Kinsale, era stato già autore della traversata a nuoto del lago di Zurigo e quella di Cork – Cobh (16 chilometri).
Domenica la sua ultima impresa: affrontare per beneficenza la Manica dopo una preparazione di due anni, ma purtroppo ad un chilometro dall’arrivo sulla costa francese, dopo 16 ore di nuoto e 34 chilometri coperti, Casey è stato colto da un malore ed ha perso la vita. Seppur raggiunto prontamente dai medici dell’organizzazione assieme dalla moglie Riana e dall’elicottero di soccorso francese, non c’è stato nulla fare per rianimarlo.

Casey è il settimo nuotatore a perdere la vita nel Canale della Manica durante il tentativo di traversata, anche se i sei che lo hanno preceduto si sono caratterizzati da ingenuità e mancanza di giusta preparazione.

Il Channel Swimming & Piloting Federation ha pubblicato sul loro sito la lettera di John Tierney come tributo a Casey.
Nell’apertura della lettera, Tierney scrive: «Non sapevo chi fossi. A dire il vero, non ti ho mai incontrato, ma eravamo amici in comune. Se sei un nuotatore in acque libere non è necessaria alcuna presentazione, l’amicizia è un dato di fatto».

1 Commenti

  1. giuseppe scrive:

    nuota in pace, ciao.

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site