swimtheisland 2012 firmato Brumana e Cirillo


swimtheisland 2012: Partenza della gara corta (foto Manuela Torterolo)

Sabato 22 settembre 2012, si è svolta a Bergeggi (SV), l’edizione numero 2 della swimtheisland, la competizione di nuoto in acque libere che prevede come tracciato il giro dell’isola di Bergeggi.

La seconda edizione di un evento unico, la bellissima nuotata nell’omonima Area Marina Protetta, ha visto la partecipazione di ben 470 nuotatori provenienti da tutta l’Italia e da qualche paese estero, quali la Francia, la Polonia e la Svizzera, divisi sulle due distanze di 1,7 e 3,5 chilometri.

Non solo tesserati FIN (Agonisti e Master) e FITRI, ma molti amatori si sono sfidati sul percorso che quest’anno è stato caratterizzato da un clima non proprio ottimale e da un mare che si è ingrossato proprio durante la gara. Nonostante il poco sole e il mare frastagliato le presenze sono state molto numerose, il doppio rispetto alla prima edizione l’anno scorso, lasciando tutti molto soddisfatti e contenti nella nuotata.

Alle 12.00, dopo che l’organizzazione e l’assistenza in mare hanno verificato le condizioni di sicurezza, come da programma, è stato fatta partire la prima prova dal Villaggio del Sole di Torre del Mare, i 1.700 metri che toccano l’Isola di Bergeggi per poi virare a sinistra di una boa per proseguire il percorso verso l’arrivo ai bagni Stella Maris.
Al primo posto si è classificato Fabio Riganti della Insubrika Nuoto in 25m47s, al secondo posto Samuele Bianchino in 25m48s, mentre terzo si classificava Enrico Piacenza della Dinamica Torino in 28m21s.
La prima donna, che giunge quarta assoluta al traguardo è Laura Drocco che fa fermare il cronometro a 28m40s. Il podio femminile è completato da Mercedes Stieber, che esce dall’acqua in 29m38s, aggiudicandosi la seconda posizione, terza è Alessia Lughignani, in 30m00s esatti.

swimtheisland 2012: Nuotatori in azione (foto finalebythomas.com)

Mentre i concorrenti della frazione più corta si davano battaglia, alle 12.20 sono partiti i 300 nuotatori della frazione lunga, sulla distanza di 3,5 chilometri, che prevede la partenza e l’arrivo sempre davanti ai bagni Stella Maris ma, soprattutto, è caratterizzata dal periplo completo dell’isola. E’ stata una bella sfida sin dalle prime bracciate, combattuta fino all’arrivo dove in pochissimi secondi si è deciso il podio.

Sul gradino più alto è salito il velocissimo Federico Brumana della Amatori Nuoto Savona con il tempo di 41m44s, appena dietro è arrivato Alessio Facchini della Andrea Doria (secondo anche nell’edizione 2011) in 41m44s80, a poche bracciate Andrea Ferrando che chiude con 41m46s.
Sempre nel gruppetto dei primi, anche lui nella stessa manciata di secondi, si classifica quinto assoluto Federico Gallo dell’Amatori Nuoto Savona, vincitore dell’edizione 2011 di swimtheisland.

La categoria femminile non ha fatto attendere molto il pubblico presente sulla spiaggia: Nicole Cirillo della Amatori Nuoto Savona bissa il successo dell’anno scorso ed arriva sesta assoluta. Cirillo è prima indiscussa delle donne con un tempo di 43m32s, poche bracciate dietro è arrivata Gaia Naldini del Firenze Nuoto (settima assoluta) col tempo di 43m38s, il terzo posto se lo aggiudica Martina Gentile col tempo di 46m58s.

swimtheisland 2012: Passaggio tra gli scogli (foto finalebythomas.com)

Per quanto riguarda gli amatori, primo assoluto il 41enne Diego Novella che esce dall’acqua in 44m36s, un veterano delle nuotate in acque libere, che con Bergeggi corona una stagione positiva tra laghi e mare. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Samuele Avallone in 46m46s e Luca Foglia con il tempo di 49m57s.

Il podio femminile amatori è composto da Laura Romei che esce dall’acqua in 48m21s minuti ed è prima, Laura Oldani al secondo posto con il tempo di 53m13s e Federica Trezza in terza posizione con 53m14s.

Conclusa la competizione, la giornata è continuata con un concerto di musica dal vivo ed un ottimo ristoro, veramente apprezzato da tutti i presenti, a base di frutta, pasta, focaccia e vino bianco.

Matteo Testa, organizzatore dell’evento 2011 e 2012, il “papà” della swimtheisland commenta un po’ emozionato ed entusiasta l’edizione 2012: “Il successo della prima edizione e il passaparola di chi ha partecipato alla prima edizione, sono stati fondamentali per il raggiungimento del cospicuo numero di partecipanti all’edizione 2012. Si è rinnovato il sogno di far nuotare così tanta gente in un posto bellissimo e a cui io sono particolarmente legato, dove appena ho un attimo vado a fare due bracciate in assoluto isolamento col blu profondo e i pesci.
Devo ringraziare tutti gli appassionati che anche quest’anno sono accorsi numerosissimi, purtroppo il cambiamento meteorologico improvviso e delle condizioni del mare ci ha alterato leggermente qualche cosa a programma, come ad esempio l’arrivo che doveva avvenire in acqua. Lavoreremo fin da ora per migliorarci sempre a partire dalla prossima edizione!

È doveroso per me, anche quest’anno, ringraziare tutto lo staff che mi ha supportato …e sopportato, in modo particolare Pamela e Fabio, Maristella, Franco, Luca, Marco e tutto lo staff dei bagni Stella Maris, che sono stati il motore di tutto, nonché i bagni Villaggio del Sole, l’Area Marina Protetta di Bergeggi, il Comune, la Regione Liguria, la Pro Loco di Bergeggi, le Leghe Navali di Spotorno e Noli oltre che tutti gli sponsor a partire da Cressi swim che risulta il nostro Main supporter.

swimtheisland esiste ed è un evento oggi stampato col sigillo sul programma dei migliori eventi natatori in Italia e ormai nel mondo, nonché su quello di Bergeggi e della Liguria.

Un affettuoso saluto a tutti e un arrivederci al 2013 !

Contributo video del swimtheisland 2012 (fonte Renato Consilvio)

5 Commenti

  1. bewater scrive:

    un ENORME grazie a tutto lo staff, i supporter ….e a tutti gli SWIMMERS !!!! alla prossima ..

  2. Diego Novella scrive:

    Bellissima nuotata, ed ottima compagnia, da ripetere!. Non sarei riuscito a scrivere di meglio!!! Complimenti agli organizzatori e…alla quoca!!! A presto!!!!

  3. Igor scrive:

    DAL RACCONTO DI IGOR ZERBESI

    Il luogo, è qualcosa che si percepisce a primo impatto: la popolazione lo custodisce in modo molto geloso. La sua natura tuttavia incontaminata. La sua indole di centro, abitato prevalentemente da pescatori, ne fanno un luogo dal gusto “retrò”. Un’isola nel mare. Una natura “viva”, una storia ricca. Ecco lo scenario in cui l’evento competizione “Swim the Island” si svolge. [...]

    Unica nota negativa il mare mosso e le condizioni meteo che comunque tengono per tutta la durata dell’evento, regalando anche sprazzi di sole in conclusione di giornata. Stellamaris e Lacaletta gli stabilimenti che
    ospitano la manifestazione, in cui professionalità e passione regalano ai numerosi ospiti una giornata di condivisione, intrattenimento e tranquillità in cui il denominatore comune è la “natura”.
    L’atmosfera è di smobilitazione perché l’estate è finita, Christian lo «Chef» de La Caletta dice: «Noi stiamo sempre qui» e ancora «Abbiamo preso il locale da un anno, siamo un gruppo di amici».
    La madre lo aiuta nella gestione del locale in cui la cucina è di tutto rispetto:«E’ finito l’anno» dice con aria melanconica la signora «Però
    adesso inizia l’inverno» replico. «Qui “le porte” sono sempre aperte» conclude Christian. Mentre è notte e nel vicino stabilimento Stellamaris fervono i preparativi per l’evento che si svolgerà l’indomani. [...]

    Gli atleti si preparano e l’attesa è snervante. Il tempo è brutto e il mare mosso. Tutti si uniscono in un “abbraccio” contro le cattive condizioni climatiche.
    «Senti ti passo la bicicletta così la metto dentro» mi dice un triatleta. «La muta la metto perché fa troppo freddo» dice un altro. E ancora «Io ci metterò un’ora e dieci se tutto va bene»dice uno di questi.
    Il tempo stringe e manca poco all’avvio della gara, «La vuoi un po’ di vasellina?»chiede un ragazzo di Lucca.
    Breve briefing, pronti, via. Le condizioni del mare sono ostili. Il mal di mare è un nemico da combattere. [...]

    Di seguito gli altri. Il mare è uno spettacolo però. Si intravedono pesci colorati in prossimità dell’isola e organismi simili a piccole meduse bianche. Si vedono anche sub molto piccoli a grande profondità.
    All’arrivo ad attendere la “truppa” c’è lo speaker di Radio Onda Ligure
    insieme a un gruppo musicale che intona motivi “country”, non mancano telecamere e fotografi. Un folto pubblico riscalda il “parterre” e gli intrepidi nuotatori.
    L’ultimo atleta arriverà dopo due ore dalla partenza. «Ecco l’ultimo» dice lo speaker. «Ecco l’ultimo» ripete dopo qualche minuto. Ancora «Ecco l’ultimo».
    I nuotatori di acque libere si erano dispersi in mare, ma la tenacia non li ha abbandonati e hanno completato il percorso, sebbene in ritardo.
    Il pasto caldo insieme al calore della gente all’arrivo, è per tutti il giusto companatico. [...]

    Intanto il treno sta uscendo dalla Liguria e continua in direzione Roma: Taratun-Taratun, Taratun-Taratun.

    Leggi il racconto integrale di Igor Zerbesi

  4. Paolo scrive:

    gara andata…….l’emozione più bella in assoluto…dai primi metri fino a quando non ricominci a camminare ti senti UN PESCE…in un branco insieme ad altri 280 tuoi simili…tutti in fuga uno accanto all’altro…a momenti sopra o sotto c
    on qualche colpo che ti arriva e qualcuno lo dai tu…e mentre prendi fiato guardi gli altri con ammirazione e pensi…cavolo visti da fuori siamo uno spettacolo!!!….e senti solo il suono delle bracciate e delle onde che ti accompagnano verso il traguardo…..che mentre sei nel pieno della gara non vedi l’ora che finisca…ma poi invece speri sia durata per sempre questa emozione….al prossimo anno Bergeggi :)

  5. Angela Vallarino scrive:

    Troppo bello!! Sono affezionata a Bergeggi, è un posto meraviglioso… Presente alle prime due edizioni…cercherò di non perdermi le prossime!!! Un grazie a tutti gli organizzatori, ottimo lavoro!!!

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site