Successo per Swim The Island, il periplo a nuoto dell’isola di Bergeggi


Patenza della prova 3,5K (foto bewater.fr)

Sabato 8 Ottobre a Bergeggi (Savona) si è svolta Swim The Island, il giro a nuoto dell’isola di Bergeggi, manifestazione fuori circuito che ha sancito la fine della stagione 2011.


Le condizioni meteo ottimali hanno reso impeccabile lo svolgimento delle due prove in programma, dove hanno partecipato ben 250 appassionati di tutte le età provenienti da tutta Italia, numero ben oltre il limite programmato dalla organizzazione, la quale è stata costretta a rifiutare per questa edizione l’iscrizione di oltre 100 atleti.

Diversi i nuotatori amatori, coloro che hanno partecipato per la prima volta ad una manifestazione di questo tipo, spinti dalla curiosità o dal desiderio di mettersi alla prova, non meno dal ricercare una maniera diversa di vivere la natura.

Nella prima prova, sulla distanza di 1,7 chilometri e con 50 partecipanti, ha vinto Simone DI Sabato col tempo di 22m48s90, secondo Thomas Pizzini in 24m43s50, terzo Luca Maglio in 25m10s70. Prima femmina sulla distanza corta è Raffaela Falco, giunta quinta assoluta col tempo di 26m07s90, seguita da Francesca Canuto e da Alessia Lughignani, arrivate rispettivamente in 26m43s70 e 27m38.00.

A seguire è partita la prova principale, lunga 3,5 chilometri e con 200 partenti, che ha avuto come protagonista il periplo dell’Isola di Bergeggi. Vince dopo un sprint combattuto Federico Gallo in 41m07s70, secondo l’amico e compagno di allenamenti Alessio Facchin in 41m09s20, terzo Edoardo Stochino in 41m14s70.
Prima tra le femmine e quarta nella classifica generale è stata Nicole Cirillo in 42m35s40, seconda Elena Dall’Olio in 52m35s40, terza Luisa Forestali in 52m58s60.

Concluse le due prove, l’appuntamento di Bergeggi è proseguito in un clima di festa, dove musica, massaggi gratuiti ed un ricco pranzo hanno preceduto le premiazioni, non solo dei consueti primi arrivati ma anche di coloro che hanno partecipato senza aspettative di risultato: premi a sorteggio, agli ultimi arrivati, a coloro venuti da lontano e coloro che si sono distinti per l’età.

A conclusione della giornata NAL ha tenuto una tavola rotonda rispondendo alle domande del pubblico.

Matteo Testa, organizzatore dell’evento, commenta questa esperienza: “Riunire numerosi nuotatori sulle acque che bagnano un’isola che io adoro e che è stata luogo di tante mie nuotate è un sogno a cui tenevo da anni e che si è realizzato, grazie anche e soprattutto ai nuotatori che vi hanno partecipato.
I sorrisi all’arrivo e la soddisfazione di ognuno ad aver compiuto questa impresa, mi hanno reso davvero felice.

Un grazie a tutti per il vostro impegno, amatori e tesserati agonisti, per la tolleranza nel aver accettato qualche piccolo disguido e per lo spirito con cui avete affrontato la gara.
Ringrazio anche tutto lo staff che mi ha supportato, in particolare Pamela che ci ha dato la cornice della manifestazione.

SWIM THE ISLAND è dunque nato ed è un evento ormai stampato col sigillo sul programma dei migliori eventi natatori in Italia, nonché su quello di Bergeggi e della Liguria.
Abbiamo ed avremo ambizione di correggere le imperfezioni di questa prima edizione nell’intento di far cresce questo appuntamento e lo diventare un evento unico per le sue diverse particolarità.

Un affettuoso saluto a tutti ed un arrivederci al 2012!

link internoLEGGI I RISULTATI DELLA MANIFESTAZIONE

Video della prova di 3,5 K ed interviste a cura del Il Secolo XIX

Video a cura di Sosegaovivia

Swim The Island 2011 – Bergeggi (Savona)
link internoGalleria Foto: Swim The Island 2011 – Bergeggi (Savona)

link esternoAltre foto della manifestazione sono disponibili su bewater.fr

8 Commenti

  1. Roberto scrive:

    La positività di questa manifestazione è che nonostante non vengano assegnati i punteggi FIN, abbiano partecipato tantissime persone, spero tantissimo solo per il piacere di nuotare. Complimenti ancora per l’organizzazione.
    Roberto

  2. Alessandro scrive:

    Concordo con te Roberto.
    In Italia ci sono diversi appuntamenti al di fuori del circuito federale che richiamano in media più presenze, a volte sino a 500-800 iscritti.
    Quindi non credo sia tanto sorprendente il risultato di Bergeggi ma, semmai, una conferma che al di fuori del circuito FIN esiste un movimento più ampio, fatto di appassionati ed amanti del nuoto nella natura a cui interessa principalmente la gara con se stessi ed il condividere questa passione.

  3. bewater scrive:

    E’ bello quando la sola passione per il mare e il condividerla con altri in allegria… ci accomuna!

    Grazie ancora per la vostra presenza.

    A presto!
    matt

  4. Luisa scrive:

    Bergeggi: un’isola baciata da colori rari, intensi. Un’acqua luminosa in superficie e di un incomparabile blu profondo. Una gara ricca di sfumature, sensazioni, silenzi pieni. Un percorso fuori e dentro l’acqua connotato da tanti sapori e sfide. Un ricordo che nutrirà la passione dei nuotatori in acque libere mentre questi, nell’inevitabile ‘stagione fredda’, protenderanno lo sguardo luminoso verso la prossima Estate.

  5. Sadiki scrive:

    Bravo Matteo, bellissima manifestazione…..siete stati SUPER!!!!!

  6. franco scrive:

    Bergeggi è stato un successo perchè ha finalmente esaudito i desideri dei nuotatori, e questo dovrebbe far meditare le federazioni che rischiano un collasso di iscritti a breve. Conosco la realtà dei numeri dei laghi, ma 250 in mare ad Ottobre è veramente una cosa enorme.
    Solo chi ha nuotato può comprendere la soddisfazione personale di aver partecipato ad un simile evento , dove tutto è stato perfetto , ognuno si è costumato come ha voluto, nessuno ha “mancato” l’isola-il sogno-e l’arrivo non ha avuto bisogno di giudici perchè l’evoluzione tecnologica serve pure a qualcosa.
    Ma lo sapete quante volte ci siamo già riguardati foto e filmati!?
    Dice Matteo che il prossimo anno sarà ancora meglio: dopo quello che ha fatto quest’anno, io ci credo! e dato che BEWATER è targata FR… alla francese… Matteo… CHAPEAU!
    frank

  7. gabriele scrive:

    Sono appena stato a londra e ho conosciuto i nuotatori del serpentine club di hyde park … dove ogni mattina 40-50 persone a rotazione come fosse una piscina nuotatano nel serpentine … tutto l’anno dalle 6 alle 9.30 di mattina … tranquilli particolare l’acqua a 16° ora ad ottobre … senza pagare senza gare (o meglio al sabato fanno le loro garette handicap) e in gran bretagna si sente lo spirito dei nuotatori liberi le piscine aprono alla mattina alle 06.30 e chiudono la sera tardi tutta la settimana … morale swim the island deve essere l’esempio x organizzare eventi in totale libertà certo in sicurezza e regolamentati … ma dove ti senti partecipe della natura e dell’elemento esenziale … swim open water & totally free

  8. fabrizio scrive:

    Bella manifestazione, in uno stupendo scorcio di liguria, da far conoscere ed ammirare a tutti coloro che amano mare e natura. Io ho la fortuna, durante la stagione estiva, di poter nuotare tutti i giorni in questo splendido contesto; sono felice che altri abbiano potuto vivere certe emozioni anche solo una giornata. Bravi!

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site