Shanghai 2011: Payne vince la 10K, Grimaldi è argento


Podio femminile 10K Shanghai 2011: da sinistra Girmaldi, Payne e Lymperta

Martedì 19 Luglio a Jinshan City (Cina) sono iniziate le competizioni di nuoto in acque libere ai Mondiali di Shanghai 2011 con la prova femminile sulla distanza di 10 chilometri, dove si impone l’inglese Keri-Anne Payne. Martina Grimaldi vince l’argento, conquistando la prima medaglia per l’Italia in questo Mondiale ed anche il pass per le Olimpiadi di Londra 2012.


La gara si è svolta in condizioni di caldo ed afa, con una temperatura dell’acqua di 30 gradi, appena sotto il limite consentito dal regolamento internazionale di 31 gradi.

Le italiane partono bene e rimangono sin dal primo momento col gruppo di testa, con in testa l’inglese Kery Payne, lasciandolo solamente per qualche minuto a circa tre quarti di gara.
Poco prima di metà percorso Martina Grimaldi è seconda e Giorgia Consiglio nuota tra la sesta e settima posizione.
Dopo il passaggio dei 5 chilometri ed aver guadagnato alcune posizioni, Consiglio si ritira per malessere.
Al terzo giro, uno dalla conclusione, Grimaldi è terza e prova a staccarsi dalle altre assieme a Payne e all’australiana Gorman. Seguono la cinese Fang Yanqiao, la greca Lymperta e le russe Seliverstova e Uvarova.
Negli ultimi 500 metri di gara i ritmi crescono e si allungano i distacchi, Martina prende nuovamente la seconda posizione sino al traguardo.

Keri-Anne Payne ha condotto e dominato per tutta la gara, vince meritatamente in 2h01′m58s10, seconda Martina Grimaldi in 2h01m59s90, terza la greca Marianna Lymperta giunta in 2h02m01s80.

L’atleta greca ha aspettato il calo dell’australiana Melissa Gorman per superarla e portarle via la terza posizione, distanziandola al traguardo di poco più di 10 secondi. Quarta pari merito è giunta l’argentina Cecilia Biagioli.

L’altra azzurra in gara, Giorgia Consiglio si è ritirata per un attacco di panico per iperventilazione a circa metà gara, soccorsa e tirata fuori dall’acqua immediatamente dallo staff di sicurezza. L’italiana è apparsa visibilmente spaventava e si è ripresa dopo qualche minuto.
Il medico della Nazionale Sergio Crescenzi ha spiegato che “ha avuto una crisi respiratoria in mezzo al gruppo e molta paura. Ora sta bene. Nessun problema fisico, clinicamente è a posto e si è ripresa subito anche dalla crisi nervosa. Respirava male, si è spaventata, le è venuto l’affanno ed è entrata in crisi. È stato un po’ come una caduta al Tour de France, un imprevisto che può capitare“.

Palese la contentezza di Martina Grimaldi, sorride ed afferma: “Sono contentissima! Spero di dare la spinta al gruppo e che si possa far bene tutti. Abbraccio i miei compagni che come me hanno lavorato tanto e bene.
In acqua faceva molto caldo ma io provavo a non pensarci. A Singapore, in collegiale, c’eravamo allenati con temperature anche maggiori (32° contro i 29/30° di oggi) ma farci l’abitudine è sempre difficile.
Il sole aggiungeva altro disagio. Vedevo le mani gonfiarsi, poi alla fine sembrava di nuotare nel brodo. Però ne è valsa la pena! Che gioia.
“All’inizio della stagione ho avuto un periodo difficile che sono riuscita a superare con l’allenamento e la forza di volontà. Questa medaglia mi ripaga dei tanti sacrifici. Cosa posso aggiungere? Sono felice
.”

Il Commissario Tecnico della Nazionale Massimo Giuliani non ha mancato di festeggiarla, come anche il Presidente della FIN Paolo Barelli che commenta: “Bravissima! Si vede che ha grinta, oltre a qualità tecniche. E’ una ragazza determinata ma tutti gli atleti della squadra hanno carattere, talento e qualità. Questo è un bel gruppo. Forte, affiatato, vincente. Complimenti a Martina, al CT Massimo Giuliani ed a tutto lo staff.”

Di seguito il commento del CT Giuliani: “Martina e Giorgia sono state brave a partire e restare nelle posizioni di testa per trarre il massimo vantaggio dalle accelerazioni e decelerazioni alle boe.
Abbiamo sostenuto una preparazione specifica al riguardo e nel collegiale a Singapore, dove abbiamo trovato un clima molto simile, ci siamo allenati in un percorso con tante boe, molto vicino a questo. Sapevamo di dover soffrire per tre motivi principali: il tipo di percorso, molto lineare, dove è difficile fare selezione; la temperatura dell’acqua che non permette andature elevate; l’incognita della pressione psicologica legata alla qualificazione olimpica, perché il nostro è uno sport antico ma in chiave olimpica è ancora molto giovane.
Martina ha fatto quello che doveva e nel modo migliore. Giorgia ha avuto questo infortunio ed è un peccato, perché fino al momento del ritiro stava conducendo anche lei la gara che avevamo preparato
.”

Prossimo appuntamento della nazionale di fondo è Mercoledì con la 10 chilometri maschile con Valerio Cleri e Luca Ferretti in gara.

link downloadSCARICA I RISULTATI DELLA COMPETIZIONE

Shanghai 2011: 10 Km Donne

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site