Salvatore Cimmino parte per la Santa Fè – Coronda 2011


Immagine d'archivio della Santa Fè - Coronda 2010 (foto Santafecoronda.com)

Salvatore Cimmino ritorna in acqua e partecipa il 30 Gennaio in Argentina alla 38ª Santa Fè – Coronda, continuando il suo progetto “A nuoto nei mari del globo” per sensibilizzare l’opinione pubblica e politica sul benessere e servizi delle persone disabili.


La maratona acquatica Santa Fè – Coronda è una delle competizioni internazionali più affascinanti e prestigiose del circuito FINA, è lunga 57 chilometri e si svolge nel Rio Paranà con un tracciato difficile: l’acqua è argillosa ed a volte densa, le correnti sono irregolari e necessita controllare spesso la direzione, prima di metà gara si affronta uno dei tratti più difficili dove il percorso si restringe e si entra in un canale lungo circa due chilometri, dove la corrente è assente e si fa fatica ad avanzare.

Gli spettatori sono la parte immancabile della competizione, presenti a decine di migliaia assistono la gara lungo gli argini del fiume, dai ponti e sulle barche, facendo un tifo come in una competizione ciclistica da giro d’Italia. Verso l’ora di pranzo è comune sentire nell’aria il profumo dei fornelli presenti lungo il tracciato dove predomina l’odore delle empanadas.

«Soltanto arrivare al traguardo rappresenta di per sé una vittoriacommenta Cimmino sul suo blog - [...] la paura di non farcela è tanta, il pensiero di affrontare una tale fatica mi fa sentire indifeso ma poi la voglia, il desiderio di mettermi alla prova supera ogni timore e mi vedo già pronto ad affrontare questa ennesima sfida.»

Sfida, questa, che per Cimmino ha il sapore di metafora della vita, dove oltre alla determinazione per affrontarla necessita anche l’entusiasmo delle persone che assistono, in particolare per chi è disabile (600milioni secondo i dati delle Nazioni Unite).

Cimmino afferma ancora: «Sono ormai convinto che la partecipazione, la condivisione, rappresentino gli unici strumenti per sconfiggere ogni forma di emarginazione e di solitudine. Parlare delle difficoltà dei disabili, non stancarsi mai di farlo, è l’unico modo per far crescere questa società. [...]
Il nostro è una paese strano: avanzatissimo a livello normativo, soprattutto nelle realtà locali ma distratto nel quotidiano, pieno di gente sempre pronta ad occupare un parcheggio riservato o ad ostruire uno scivolo dei marciapiedi. Sono ormai convinto che con queste persone basterebbe semplicemente parlare, coinvolgerle, aiutarle a capire.
Ho iniziato la mia battaglia insistendo molto sul problema della fornitura dei presidi protesici: la ricerca scientifica ci è amica, il legislatore, in questo caso, evidentemente no. È un’occasione mancata perché un paese che non investe sul benessere di tutti i suoi cittadini è un paese che non ha futuro.
Per questo non smetto di sperare, non smetto di lottare, non smetto di nuotare.
»

NAL manda un “in bocca al lupo” a Salvatore per la sua prossima avventura!

Lascia un commento

Categorie | Notizie

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site