Roberval 2010: Meyer vince al 25K, Cleri secondo


Podio 25K Maschile dei Mondiali Roberval 2010 (foto Steeve Tremblay via FINA.org)

Giovedì 22 Luglio si è svolta la gara maschile di gran fondo sulla distanza di 25 chilometri, terza ed ultima prova per gli uomini a Roberval 2010, Mondiali di Nuoto in Acque Libere nel lago di St. Jean. Vince lo statunitense Alexander Meyer, secondo l’azzurro Valerio Cleri.


Con una temperatura dell’aria di 20,8 gradi e 22 gradi dell’acqua, i 20 atleti hanno percorso il circuito per 10 giri.

La gara è stata segnata dalla consueta tattica di Valerio Cleri, che con alcune variazioni di ritmo ha snellito il gruppo di testa sino al finale con Alexander Meyer.

Vince in volata lo statunitense in 5h32′39″380, secondo Cleri in 5h32′40″400, terzo il bulgaro Petar Stoychev in 5h33′50″290. L’altro italiano in gara, Edoardo Stochino, è arrivato quarto in 5h35′08″460.

A fine gara Meyer afferma: “Sono un nuotatore in acque libere e sono molto orgoglioso di quello che faccio. Questa gara per me significava molto. Cleri è uno dei migliori nuotatori al mondo delle acque libere. Pensavo che sarebbe stato il più veloce in campo e che era lui l’uomo da battere se volevo vincere questa gara.

L’americano vincitore del titolo ha anche parole di elogio per i suoi avversari: “Gli italiani meritano credito, hanno dettato il ritmo ed hanno condotto questa gara.

Meyer riconosce che l’esperienza ai Mondiali dello scorso anno a Roma gli sono serviti in preparazione per questa edizione. Durante la gara lo statunitense non aveva un piano di gara specifico, l’obbiettivo era di rimanere in gara con i primi, tanto che ha dovuto resistere ai cambi di ritmo imposti per spezzare il gruppo.

In merito alla volata finale, Meyer afferma che era consapevole della traiettoria non ottimale presa da Cleri nel tratto finale che portava al traguardo, e ha cercato così di prendere vantaggio nell’ultimo tratto. L’americano si sentiva in forma e sicuro che nello sprint finale avrebbe avuto maggiori possibilità di toccare il tabellone d’arrivo.

Il commento di Valerio Cleri dopo la gara: “Non è andata male. Credo d’aver fatto una buona gara e credo d’essere stato protagonista dei due allunghi che hanno spezzato il gruppo. Sentivo freddo e non potevo continuare con il ritmo basso che tenevano quelli davanti. Quando ho girato per primo l’ultima boa sapevo che Meyer ne aveva più di me, infatti ho tralasciato la traiettoria ideale per cercare di tenerlo dietro. E c’ero quasi riuscito. Ad ogni modo sono soddisfatto del mio mondiale, dopo una 10 chilometri dura come quella di Domenica scorsa era normale patire qualcosa a livello fisico.” – e rilancia “Abbiamo ancora gli Europei davanti, devo recuperare e presentarmi lì per fare il massimo.” – fonte Federnuoto.It

Il bulgaro Petar Stoychev, che ha guadagnato la sua prima medaglia di bronzo dei Campionati del Mondo FINA, racconta: “Quella di oggi è stata una gara molto buona, è sempre un successo quando si sale sul podio. Porgo le mie congratulazioni ai nuotatori più veloci di me ma sono stato deluso dall’americano perché mi ha graffiato più volte durante la gara con le sue unghie lunghe. I giudici devono controllare con più attenzione i concorrenti ed essere sicuri che nessuno abbia le unghie lunghe in gara.
Cleri è un nuotatore molto veloce, lui è il migliore nuotatore in acque libere nel mondo in questo momento, è un gran lavoratore ed è in gran forma. Quando l’ho visto strappare al 7° giro ho pensato che era molto presto per questa scelta e credevo d’essere in seconda posizione, alla fine invece ho visto l’americano davanti tra me e l’italiano. Ho cercato di ricucire la distanza ma senza riuscirci.
Adesso devo pensare alla 10K FINA World Cup ed al Grand Prix qui a Roberval alla fine di questo mese con la 32 chilometri della Traversata del lago St-Jean. Non andrò agli Europei di Budapest, quindi spero d’avere abbastanza tempo per recuperare in modo che possa dare il massimo e nuotare forte.

Stochino commenta la sua gara: “Avevo tanta energia e tanto entusiasmo, a tre giri dalla fine Valerio è partito e io sapevo che l’unica strada da prendere per giungere a un risultato era seguirlo.
Non è stato facile, Valerio ha un passo incredibile, però ho cercato di rimanergli ai piedi senza mollarlo.
Poi lui ha saltato un rifornimento, io l’ho fatto e l’ho perso. A quel punto sono rimasto insieme a Stoyachev ed a Venturi, finché anche il bulgaro è scappato via verso il podio. Allora, ho dato tutto e sono riuscito prima a passare e poi a tenere dietro il francese. Sono soddisfattissimo!
” – fonte Federnuoto.It

SCARICA IL DOCUMENTOLEGGI I RISULTATI E LA CLASSIFICA 25K MASCHI ROBERVAL 2010

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site