Regard e Simonazzi vincono alla Nuotata del Mosaico


La partenza della Nuotata del Mosaico

Sabato 3 Settembre nel Parco della Standiana si è svolta la Nuotata del Mosaico, competizione sui 10 chilometri valida per il circuito di fondo della FIN, dove trovano il successo Lorenzo Regard e Nicoletta Simonazzi.


La gara, sottostimata dagli atleti del circuito, ha visto una trentina di iscritti, per la maggioranza Master, che hanno nuotato in una splendida giornata estiva nel bacino d’acqua salmastra della struttura della Canottieri Ravenna, adatta sicuramente ai grandi appuntamenti e capace d’ospitare molte persone.
Ottimo lo spazio d’acqua del bacino attiguo al tracciato per il riscaldamento per il pre ed il dopo gara.

Alla partenza, il gruppo di testa di 5 atleti costituito da Filippo Galli, Lorenzo Regard, Marco Pellegrini, Mattia Bondavalli e Nicoletta Simonazzi ha preso un progressivo vantaggio sugli inseguitori che accuseranno un ritardo finale di 10-13 minuti circa.

Vince la gara in un finale in progressione Regard (CN UISP) col tempo di 2h16m09s20, secondo Galli (Rinascita Nuoto Team Romagna) in 2h16m11s70, terzo Bondavalli (CN UISP) in 2h16m17s60.
Quarto maschio della classifica generale è Marco Pellegrini (Rinascita Nuoto Team Romagna), primo tra i nuotatori Master che giunge in 2h19m40s60.

Tra le femmine vince Simonazzi (President Bologna) in 2h17m02s50, seconda Laura Palasciano (CC Aniene) in 2h25m13s50, terza Antonella Galloni (Rari Nantes Trento) in 2h29m50s60.

Due atleti ritirati ed altrettanti gli atleti arrivati fuori tempo massimo.

Il dopo gara è proseguito con le consuete premiazioni ed un abbondante pasta party in un clima di festa e soddisfazione dell’organizzatore e dei partecipanti, anche se come accade spesso non sono mancate le contestazioni di alcuni.

link internoLEGGI I RISULTATI DELLA COMPETIZIONE

Nuotata del Mosaico 2011 – Mirabilandia (Ravenna)

1 Commenti

  1. Alessandro scrive:

    Bella location, meriterebbe una manifestazione di maggiore importanza.
    La gara è stata gestita direi bene, il tracciato è semplice anche se forse suggerirei qualche boa di direzione in più nei lati lunghi del percorso. Quando si è in trance agonistica non è sempre semplice orientarsi bene, anche se comunque la ricerca di mantenere la direzione è una delle peculiarità di questa specialità sportiva.

    L’organizzatore ha persino messo a disposizione una barca a metà gara (passaggio dei 5 km) che potesse rifornire chi ne sentisse l’esigenza o lo avesse programmato e comunicato prima della gara.
    Aspetto non sempre purtroppo rispettato da chi organizza le gare di 10 km, come ad esempio quella di Piombino, ma che è invece previsto ed obbligatorio dal Regolamento federale, dove all’Articolo 13 ter Requisiti Minimi di Funzionalità, il comma 3 riporta: «PUNTI BARCA FISSI. In mancanza di barche appoggio due (2) barche per le gare di 10 Km. in modo da permettere eventuali rifornimenti

    Peccato per qualche protesta fuori luogo dove alcuni si sono lamentati che nelle gare federali non esiste il tempo massimo.
    La riposta è subito alla portata di tutti, basta consultare sempre il Regolamento federale disponibile anche in Internet, dove all’Articolo 12 Tempo massimo riporta quanto segue: «Il tempo massimo consentito per la regolarità degli arrivi ai fini della classifica sarà calcolato dall’arrivo del primo classificato per i maschi e della prima classificata per le femmine e sarà:
    · di 60 minuti per le gare inferiori ai 10 Km;
    · di 90 minuti per le gare di fondo superiori ai 10 Km;
    · di 120 minuti per le gare di Gran Fondo

    Per concludere, credo sia interessante ricordare la differenza di gestione dei punteggi per chi giunge fuori tempo massimo tra gli Agonisti ed i Master:
    il Regolamento federale nel REGOLAMENTO PRIX DI GRAN FONDO 2011 Comma 8 (pag. 14) riporta che «I concorrenti giudicati fuori tempo massimo o che si siano ritirati non saranno considerati nell’ordine di arrivo delle rispettive manifestazioni, e quindi non verrà aggiudicato loro alcun punteggio»,
    mentre
    il Regolamento FIN Master di nuoto in acque libere all’Articolo 2 Comma 1 riporta che «Tempo massimo: ai concorrenti sarà concesso di completare la gara, salvo casi di particolare ritardo la cui valutazione è affidata sul campo al G.A. Tuttavia ai concorrenti giunti dopo il tempo massimo verrà in ogni caso assegnato il punteggio minimo.» Almeno tra i Master è riconosciuto il merito anche nel punteggio d’aver partecipato.

    Buon nuoto a tutti!
    Alessandro

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site