Record di partecipanti ai Campionati Italiani FIN Master 2010 di Nuoto in acque libere


L'arrivo dei Campionati Italiani FIN Master 2010 (foto Sergio Gennari)

Sabato 17 e Domenica 18 Luglio scorso a San Terenzo (SP) si sono svolti i Campionati Italiani FIN Master 2010 di nuoto in acque libere. Le prove uniche sui 5 e 3 chilometri hanno assegnato i titoli nazionali di fondo e mezzo fondo di specialità.


In un fine settimana caldo, con condizioni climatiche ottime, hanno partecipato alla gara di fondo di Sabato 198 atleti (43 femmine e 154 maschi) ed alla gara di mezzo fondo di Domenica 273 atleti (69 femmine e 204 maschi).
Numeri importanti che testimoniano il crescente interesse da parte del pubblico per questa specialità sportiva.

Visto l’alto numero dei partecipanti le due gare sono state suddivise in diverse batterie per aumentare il livello di sicurezza dei concorrenti.
Le prove si sono svolte con regolarità ed hanno richiamato numerosi turisti e locali come spettatori.

Si è assistito ad una sbavatura sportiva nella gara di mezzo fondo femminile: qualche scontro di troppo in testa al gruppo, sfociato con una piccola baruffa all’arrivo delle prime atlete.

Franco Lo Cascio, Responsabile FIN per l’organizzazione dell’evento, afferma che “la manifestazione è stato un successo, a partire dai numeri, che vedono i master italiani “padroni” delle gare in mare.
I numeri, infatti, dicono che nelle gare di nuoto in acque libere il 10% dei partecipanti è composto da agonisti, il 15% da amatori ed il resto è tutto dei master!
Nella realtà FIN, il rapporto è di 93% master e 7% agonisti, perché gli amatori non esistono
.”

Lo Cascio aggiunge inoltre che “la giuria è stata perfetta, la situazione delle “onde” andava gestita meglio come tempistica, ma era la prima volta di numeri così importanti.
I numeri. Ogni numero ha una sua dignità, ci ho pensato a lungo e menziono ciò che ha scritto Roberto De Bartolomeis, Professore di filosofia e vecchia guardia del nuoto in acque libere in Italia:

«senza scomodare Fibonacci o Odifreddi, in era di ordinateur ogni numero diventa importante per se stesso: ogni atleta appartenente a qualsivoglia categoria, marcato con un qualsiasi numero, può essere sempre e subito rintracciabile.»

De Bartolomeis ha perfettamente ragione. Quando eravamo amanuensi si usavano metodi empirici per ottenere veloci classifiche, mentre oggi posso far partire negli gli atleti di una categoria con numeri senza nessun ordine tra loro, sapendo che non ci sarà problema nello stilare le classifiche finali.
Il tutto a vantaggio dell’organizzazione, che non posso far a meno di elogiare per l’ottimo lavoro ed impegno che a ha dimostrato, in particolare Luigi Questa, anima organizzativa del luogo
.”

Tra i partecipanti non mancano comunque gli insoddisfatti, ai quali Lo Cascio risponde prontamente: “ho ricevuto i complimenti di tantissimi ed anche qualche rimostranza, alle quali ho replicato spiegando dove avevano sbagliato. Solo una persona è partita prima e non mancherò di ribadirgli ancora una volta perché ha torto, non appena ce ne sarà occasione. Se 99 persone sono contente ed uno solo no, il problema è del singolo. Siamo per fortuna in uno Stato democratico e con la manifestazione di quest’anno credo che il movimento abbia voltato pagina.

Per concludere Franco Lo Cascio lascia una riflessione utile alla classificazione degli atleti: “tutte le federazioni utilizzano la lettera M per gli uomini e W per le donne, solo noi in Italia continuiamo ad identificare le femmine con la lettera M a significare la parola “master”. Perché non utilizzare anche noi le lettere M e W? !”

Luigi Questa, Organizzatore della manifestazione afferma: “senza i santerenzini tutto quello che abbiamo avuto in questi due giorni non sarebbe stato possibile.

SCARICA IL DOCUMENTORISULTATI E LE CLASSIFICHE DEI CAMPIONATI ITALIANI FIN MASTER DI MEZZO FONDO 2010
SCARICA IL DOCUMENTORISULTATI E LE CLASSIFICHE DEI CAMPIONATI ITALIANI FIN MASTER DI FONDO 2010

Campionati Italiani FIN Master 2010 di nuoto in acque libere, Fondo e Mezzo fondo - San Terenzo (La Spezia)


VINCITRICI FEMMINE GARA DI FONDO
Eleonora Tagliaventi M25, Elisa Commisso M30, Laura Volpi M35, Laura Palasciano M40, Antonella Galloni M45, Pia Astone M50, Cristina Tarantino M55, Isabella Castiglioni M60, Roslyn Maria Davighi M65

VINCITRICI MASCHI GARA DI FONDO
Andrea Ottaviani M25, Giacomo Caselli M30, Diego Taddei M35, Marco Tenderini M40, Roberto Casini M45, Roberto Olmi M50, Giannantonio Scaramel M55, Fabio Turio M60, Federico Di Carlo M65, Gianni Luigi Verga M70.

VINCITRICI FEMMINE GARA DI MEZZO FONDO
Eleonora Tagliaventi M25, Elisa Commisso M30, Laura Fiorenzani M35, Laura Palasciano M40, Antonella Galloni M45, Pia Astone M50, Cristina Tarantino M55, Isabella Castiglioni M60, Roslyn Maria Davighi M65

VINCITRICI MASCHI GARA DI MEZZO FONDO
Andrea Ottaviani M25, Giacomo Caselli M30, Massimo Milano M35, Marco Tenderini M40, Marco Leone M45, Filippo Negri M50, Claudio Berrini M55, Fabio Turio M60, Mario Petrini M65, Cosmo Milano M70.

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site