Piombino 2012: Italia protagonista nel Team Event 5k


Gli italiani esultanti dopo l'arrivo nella 5k Team Event (foto corriereetrusco.it)

Piombino Venerdì 14 Settembre, secondo giorno di gare dei Campionati Europei di Nuoto in acque libere con il recupero della prova dei 5 chilometri a cronometro Team Event, dopo essere stata rinviata ieri per non idonee condizioni meteo e marine.

Ogni team è composto da tre nuotatori: un maschio, una femmina, ed un terzo a scelta tra un maschio od una femmina. La gara è a tempo ed il cronometro viene fermato quando il terzo nuotatore del terzetto tocca il traguardo. Le squadre partono ad intervalli di un minuto l’una dall’altra.

Di seguito l’ordine di partenza dei team:
1. Turchia
2. Grecia
3. Francia
4. Germania
5. Spagna
6. Ucraina
7. Israele
8. Russia
9. Repubblica Ceca
10. Italia

Temperatura bassa, nuvole e vento fanno da cornice alla prova di oggi. L’acqua non presenta più l’onda alta dei giorni scorsi, quasi piatta con onda lunga nel tratto più aperto del tracciato, il che consente una nuotata più fluida.

Tutte le squadre vedono scendere in acqua due maschi ed una femmina e la tattica di posizione dei nuotatori vede la scelta di mettere un nuotatore in testa, la femmina come secondo frazionista ed il secondo maschio a controllare dietro.

La partenza di Bruni, Ercoli e Ferretti (foto grr.rai.it)

L’Italia è tra le favorite perché Campione in carica e dimostra sin dalle prime bracciate di andare forte con Simone Ercoli a dettare la direzione, tanto che intorno ai 1100 metri il trio azzurro sorpassa la Repubblica Ceca.
La Grecia, altra candidata al podio, riesce a raggiungere e superare i turchi che li precedono.

A circa 30 minuti di gara l’Italia esegue il secondo sorpasso ai danni della formazione israeliana.
La Germania con a pochi metri davanti la Francia si scompone, Andreas Waschburger mette l’acceleratore e distacca eccessivamente i compagni, con Thomas Lurz che rimane a fare da scia ad Angela Maurer.

A 35 minuti dalla partenza, i rilevamenti cronometri vedono un’Italia che va fortissima, segnando un vantaggio di 40 secondi circa dalla Grecia, 50 secondi circa dalla Germania ed oltre un minuto dalla Russia che ha rallentato drasticamente la velocità. La Turchia ha un passo sensibilmente lento e rischia di farsi raggiungere da tutti gli avversari.

Poco dopo i 45 minuti la Germania raggiunge e supera la Francia, mentre a ridosso dei 50 minuti l’Italia è in scia della Russia, mentre quest’ultima sta per raggiungere Israele. La Grecia sarà la prima formazione a toccare il traguardo visto il sorpasso sulla Turchia.
Pochi minuti dopo ecco l’Italia passare largo ed affiancare e superare la Russia, che era sin dalla vigilia tra i favoriti al podio se non addirittura alla vittoria.

La Grecia è la prima chiudere la prestazione col tempo di 59m57sec10.
Secondo team a chiudere è la Germania col tempo di 1h00m42s50, seguita a pochi metri dalla Francia che conclude in 1h01m43s40.
Spagna termina per quarta in 1h02m24s60 con gli altri atleti che vanno per conto loro senza pensare al gruppo.
Segue poco dopo l’Ucraina che conclude in 1h01m54s30.
Italia arriva in volata tallonata dalla Russia che le è rimasta in scia. Italia termina in 59m04s20, Russia in 1h00m..s
Segue Repubblica Ceca che chiude in 1h03m22s30, mentre chiudono la prova Israele in 1h05m53s30 e Turchia col tempo di 1h09m45s00.

Il podio è presto detto, con l’Italia che vince e si riconferma di nuovo nella specialità con il trio Rachele Bruni, Simone Ercoli e Luca Ferretti (59m04s20), seconda è la Grecia con Kalliopi Araouzou, Georgios Arniakos e Marios Kalafatis (59m57sec10), terza la Germania con Thomas Lurz, Angela Maurer ed Andreas Waschburger (1h00m42s50).
Per la Nazionale, questo è il terzo successo ottenuto in questa specialità.

Il CT della Nazionale Massimo Giuliani non nasconde la soddisfazione di vedere di nuovo il trio azzurro vincere la prova cronometro, sottolineando che ripaga sicuramente la preparazione specifica dei tre atleti a questo tipo di gara, rispecchiando anche le caratteristiche tecniche che ognuno di loro ha e che calzano per una prova come questa.
Concludere i cinque chilometri con 53 secondi di vantaggio dalla seconda sono tanti. Se volessimo cercare la sbavatura, nell’ultimo tratto che porta all’arrivo abbiamo perso qualche secondo nei confronti dei Greci. Il risultato finale comunque è ottimo!“, commenta Giuliani terminata la gara.

I tre azzurri, appena dopo l’arrivo non nascondo contentezza di aver vinto, seppur stanchi della prestazione appena conclusa. Volevano confermare il risultato dello scorso anno, sono contenti di come hanno nuotato, con Ercoli a fare la traiettoria, con una Bruni determinata nel in scia del compagno e con Ferretti a chiudere, pronto a correggere eventuali errori di allineamento di Bruni.

“Abbiamo voluto confermare la nostra medaglia d’oro ad Eilat e ce l’abbiamo fatta! Abbiamo nuotato insieme per così tanto tempo, siamo davvero una grande squadra. Ora dobbiamo concentrarci sulle gare di 5 km individuali domani”, afferma Simone Ercoli.
“Sono così felice di questo secondo oro di fila nel Team Event. Simone ci ha dato la migliore regia, mentre Luca mi ha aiutato a mantenere il ritmo giusto”, ha aggiunto Rachele Bruni.

Del team greco parla Kalliopi Araouzou, nuotatrice che ha concluso settima la 10 chilometri Mercoledì scorso ed tra le favorite nella 5 chilometri di Sabato: “Questa è stata una delle mie migliori prestazioni finora. E’ la mia seconda medaglia a squadre e sono ancora molto giovane. Siamo una grande squadra e sono davvero felice“. Aggiunge il compagno di squadra Marios Kalafatis: “E’ stata una gara incredibile, l’acqua non era fredda e il tempo buono. Abbiamo fatto una dura preparazione e ce l’abbiamo fatta. Questo è quello che mi aspettavo“.

Andreas Waschburger afferma per la Germania: “Siamo molto soddisfatti per la medaglia di bronzo. Oggi era impossibile raggiungere l’argento, i Greci erano troppo lontani da noi“.

Ad oggi il medagliere vede l’Italia in testa con due ori ed un bronzo, seconda la Russia con un oro, terza la Germania con due argenti ed un bronzo, quarta la Grecia con un argento, quinta la Repubblica Ceca con un bronzo.

I Campionati Europei danno appuntamento a domani, Sabato 15 Settembre per le 5 chilometri individuali, dove per l’Italia femminile scende in acqua ancora Rachele Bruni con le compagne Giorgia Consiglio ed Aurora Ponsele, mentre tra i maschi ci saranno di nuovo Simone Ercoli e Luca Ferretti, in compagnia di Gianlorenzo Parmigiani.

link interno SCARICA I RISULTATI DELLA 5 KM TEAM EVENT DI PIOMBINO 2012

0 Commenti

1 Trackbacks For This Post

  1. Piombino 2012: Rachele Bruni vince la 5 chilometri a cronometro | NUOTO DI FONDO E MEZZO FONDO IN ACQUE LIBERE (MARE E LAGHI): NOTIZIE, GARE, PRODOTTI, ALLENAMENTI E STRATEGIE Says:

    [...] per Ercoli e Ferretti tra i maschi, Bruni gareggia a 24 ore dalla gara che l’ha vista ieri vincitrice nel Team Event ed è la detentrice del titolo su questa [...]

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site