Marina del Convento – Scoglio di Riaci (Calabria)


Panorama del tratto tra Marina dell'Isola al passo Cavalieri (foto panoramio.com)

Luogo: Marina del Convento (Comune di Tropea) – Scoglio di Riaci (Comune di Ricadi, frazione di Santa Domenica), provincia di Vibo Valentia, Calabria.
Data ultimo sopralluogo: 10 Settembre 2011
Si ringrazia Monica La Torre per il contributo.


Costa: sabbia, scogliere, arenaria,
Fondale: sia sabbioso che roccioso. Interessante flora e fauna ittica, numerosi i banchi osservabili sia vicino agli scogli sommersi che sui fondali sabbiosi. Presenza di poseidonia nei tratti sabbiosi.
Dislivello: graduale sino a 300-400 metri dalla riva, non oltre 20 metri. A duecento metri dalla riva, nel tratto Marina del Convento – Passo Cavalieri, secca a 4/5 metri, sabbia bianca.
Visibilità: ottima


Distanza massima percorso: 5 km ca. dalla Marina del Convento allo scoglio di Riaci e ritorno. Volendo si può partire dallo scoglio della Madonna dell’Isola, sotto la rocca di Tropea, per sfruttare ancora 1 km di costa, per un totale di 7 km circa di percorso.


Note: prestare attenzione a possibili imbarcazioni lungo la costa ed alle moto d’acqua. La corrente lungo il percorso è leggerissima, avvertibile solo al ritorno. Si tratta della corrente del Golfo di Lamezia – Sant’Eufemia che spinge verso la Sicilia. Il luogo consente di nuotare senza muta sino a Novembre.
Questo tracciato permette di nuotare con scarse correnti e d’effettuare brevi soste riposanti grazie alle piccole baie ed agli scogli lungo il percorso.

Marina del Convento Marina di Convento, Tropea Marina dell'Isola

Alcune foto del litorale di Tropea (foto panoramio.com, tropeaperamore.it, tropeaholiday.it, elfride hartbauer @ flickr.com)

Impressioni: la visibilità è splendida sia per la varietà del fondale, che per i diversi punti di attrazione che si trovano lungo la costa.
Superata la spiaggia detta “del mare Grande”, all’altezza di Passo Cavalieri, è interessante il primo promontorio roccioso, con tre alberi cresciuti a mezza costa.
Vegetazione mediterranea sino a riva anche sulla prima spiaggia che si incontra oltrepassato il passo: piccola baia non raggiungibile via terra, con un grande masso di arenaria al suo centro. Ottimo per una prima sosta, se si è partiti dalla Madonna dell’Isola.
In primavera inoltrata, dalla macchia di vegetazione che sovrasta la spiaggia è facile veder planare anche dei falchi pellegrini.
Per un paio di chilometri si nuota a trenta metri dalla costa a picco sul mare, di roccia arenaria bianca. Numerosi gli scogli di imponenti dimensioni, qualcuno dei quali affiora a pelo d’acqua, offrendo eventuali occasioni di sosta e snorkeling. Grazie alla trasparenza dell’acqua si possono osservare ricci, banchi di pesci, flora marina e sporadicamente murene.

Superata una seconda spiaggia raggiungibile solo via mare, ci si imbatte nella Grotta del Palombaro: pressoché invisibile dall’esterno, la grotta è una cavità naturale sotto un promontorio roccioso che anticipa i faraglioni successivi al cui interno i corpi immersi appaiono lattiginosi, quasi fluorescenti, grazie al gioco di rifrazione della luce.
Uscendo dal retro ci si incunea in un passaggio angusto che porta ad una terza spiaggia, caratterizzata dalla presenza di una lastra rocciosa che si estende per diversi metri dentro e fuori dall’acqua, sino a costituire una sorta di passerella naturale.

Oltrepassato il sito ed i faraglioni che anticipano la Baia di Riaci, vicina alla costa e subito dopo il secondo promontorio appare la grande scogliera a forma di nave. Scogliera che fu bombardata dagli alleati durante la seconda guerra mondiale e che oggi presenta canali percorribili a nuoto, anfratti e piccole grotte capaci d’offrire uno spettacolo davvero interessante.

Al ritorno, a causa della corrente leggermente contraria, si consiglia ai meno allenati una sosta alla spiaggia retrostante la Grotta del Palombaro, oppure con una deviazione di qualche decina di metri alla spiaggia attrezzata di Riaci.

Scoglio di Riaci Riaci, Tropea Spiaggia di Riaci, Tropea

Alcune foto del litorale di Tropea (foto panoramio.com, tropeaperamore.it, tropeaholiday.it, elfride hartbauer @ flickr.com)

Difetti: nel periodo di massimo turismo, l’acqua a prima vista limpidissima lascia invece a desiderare a causa dell’incremento dei vacanzieri.
Problema che scompare quasi del tutto negli altri mesi estivi perché meno frequentati: Maggio, Giugno, prima metà di Luglio e metà Settembre sono i periodi consigliati.

Tracciato lungo la costa da Marina di Convento a Scoglio Riaci


Visualizzazione ingrandita della mappa

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site