Lewis Gordon Pugh: sensibilità ambientale e forza della mente


Lewis Gordon Pugh nel Lago Imja, sul Monte Everest - Himalaya (foto lewispugh.posterous.com)

Lewis Gordon Pugh, nuotatore pioniere conosciuto per nuotate nei mari freddi per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle problematiche ambientaliste in particolare il surriscaldamento terrestre, racconta la sua esperienza e di quanto la concentrazione mentale sia determinate per il raggiungimento di un qualsiasi obiettivo.


Due sono le nuotate con le quali è conosciuto Lewis Gordon Pugh, entrambe di un chilometro: nel Luglio 2007 al Polo Nord, dove ha nuotato ad una temperatura di 1,7 gradi sotto lo zero per un tempo di 18m50s, e nel Maggio 2010 nel Lago Imja sul Monte Everest (Himalaya), lago a 5300 metri di altitudine formatosi negli ultimi due anni dallo scioglimento del ghiacciaio.

Di seguito proponiamo il video dove Lewis Gordon Pugh ha partecipato ad una conferenza TED (Technology, Entertainment, Design), iniziata come un convegno su tecnologia, intrattenimento e design ma evoluta in un momento di sensibilizzazione ambientalista e di spunti sui quali poter riflettere sulle capacità e limiti dell’uomo.
Pugh ricorda le sue due esperienze, facendo comprendere quanto sia importante essere pronti a rivalutare la propria strategia d’azione per raggiungere l’obiettivo e la necessità di iniziare a mettere in atto scelte utili, quanto necessarie, per realizzare un mondo più sostenibile.

Mentre racconta dell’esperienza al Polo Nord, Pugh afferma che «fa un gran cavolo di freddo in quell’acqua. Poi mi è balenato un pensiero in testa: se le cose vanno storte mentre nuoto, quanto tempo ci metterà il corpo congelato ad affondare per tutti i quattro chilometri e mezzo che mi separano dal fondo dell’oceano?
Mi sono subito detto che dovevo farmi sparire quel pensiero dalla testa il più in fretta possibile e che l’unico modo per tuffarmi in quell’acqua gelata e nuotare per un chilometro era ascoltare il mio iPod e caricarmi al massimo, ascoltando di tutto, dall’opera lirica fino ad arrivare a Puff Daddy, poi impegnarmi al 100%. Non c’è niente di più potente di una mente convinta

Lewis G. Pugh alla TED Conference 2010

Nel raccontare l’avventura sull’Himalaya, Pugh ricorda il fallimento del primo tentativo nel voler affrontare la nuotata con aggressività, come era sempre abituato a fare, mentre spiega la riuscita dell’impresa nel rivalutare come affrontare il lago in base alle condizioni dell’ambiente e trovare una strategia più efficace alla situazione: nuotare con grande umiltà, lentamente ed a rana, contrariamente alla nuotata dispendiosa e fallimentare dello stile libero scelta due giorni prima.

Pugh racconta: «Siamo tornati in cima alla montagna due giorni dopo. Stavo in piedi lì, sulla riva del lago, ho guardato l’Everest, è una delle montagne più belle del pianeta, e mi sono detto “fai con calma”. Ed ho attraversato il lago.
Non posso neanche descrivervi quanto mi sono sentito bene quando sono arrivato dall’altra parte ma, ho imparato due lezioni là sull’Everest e devo ringraziare il mia squadra di Sherpa che me le ha insegnate: la prima, è che solo perché qualcosa ha funzionato molto bene in passato non vuol dire che funzionerà in futuro. Ora, prima di fare qualcosa, mi chiedo che tipo di mentalità mi serve per completare con successo la mia impresa.
La seconda lezione è il cambiamento radicale della tattica

Video del Convegno TED “Lewis Pugh’s mind-shifting Everest swim”

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site