Intervista ad Alessandro Bossini


Alessandro Bossini in azione (foto Bossini)

NAL ha intervistato Alessandro Bossini, protagonista nel 2009 della traversata Isola d’Elba – Isola del Giglio e che a Settembre 2010 ha in programma di nuotare l’Arcipelago Toscano in sei giorni.


DA DOVE NASCE LA “FOLLE” IDEA DI TRAVERSARE A NUOTO L’ARCIPELAGO TOSCANO?
L’idea nasce dal mare stesso. Chi vive su una piccola isola cresce con la linea dell’orizzonte come trampolino dei desideri. Ed il desiderio di confrontarsi con ciò che si nasconde dietro quella linea… beh, ha fatto il resto.

Intravedendo i lembi di terra seminati in lontananza, sentivo il richiamo a colmare quegli spazi vuoti, quelle distanze che neanche i gabbiani osavano.
Così è nata la “folle idea” di unire le 7 le isole dell’Arcipelago Toscano a nuoto.

Ma un’idea se non è supportata da una valida motivazione resta solo una “follia”… Unire le isole dell’Arcipelago ha un significato particolare: se un semplice nuotatore “per passione” è pronto a mettersi in gioco, per dire “E’ possibile, si possono affrontare ostacoli che sembrerebbero insormontabili… perché ci è dato provare”, allora ognuno può provare ad affrontare i propri “mari”.

Per questo la Traversata si farà portavoce di un’iniziativa di sensibilizzazione sulla tematica della disabilità, e soprattutto contribuirà alla raccolta fondi per i bisogni della residenza Sassi Turchini dell’Associazione Volontari Gruppo Elba capitanata da Don Andrea Faberi (run for you).

COME TI STAI PREPARANDO A QUESTO IMPEGNO?
Mi preparerò seguendo tabelle di Triathlon, lo sport che attualmente pratico, unendo allenamenti di nuoto a ciclismo e corsa. Non credo esista un allenamento al termine del quale uno possa dire: ora sono pronto. L’esito di questo progetto resta un’incognita fino all’ultima bracciata, quindi l’unica cosa da fare è DESIDERARE ardentemente la riuscita… e crederci!

E’ SUFFICIENTE IL SOLO ALLENAMENTO FISICO PER AFFRONTARE QUESTE IMPRESE?
Ancora 5 mesi per prepararmi fisicamente e mentalmente a questa sfida.
Non basta allenare solo il corpo per una distanza del genere (come non basta per ogni prova di endurance).

Bisogna essere consapevoli che le braccia non sono sufficienti ad arrivare in fondo:
Perché quando sei solo in mezzo al mare, sospeso su un abisso indistinto e l’isola è talmente lontana che ancora non si vede…
Perché quando le braccia diventano pesanti, il dolore pulsa, la bocca si gonfia per il sale e la nausea si mescola nello stomaco…
Allora l’unica cosa che ti porta avanti è la volontà. Il cuore.

Solo curando questa dote si possono superare le “crisi” fisiche e psicologiche. Ed uso “crisi” al plurale perché dopo la prima arriverà la seconda, poi la terza ed ancora, finché non molli o non arrivi.

COME FARAI AD ALIMENTARTI SE NON PUOI RICEVERE SUPPORTO ESTERNO?
Una canoa mi affiancherà rifornendomi di acqua, sali e frutta ogni 2 ore tramite un apposito retino.
Non è consentito il contatto con imbarcazioni o galleggianti. Quindi potrò ricevere viveri esclusivamente senza appoggiarmi o toccare la canoa.

LE PERSONE A TE PIÙ’ VICINE COSA PENSANO DI QUESTO PROGETTO?
Dicono che sono matto… ma è solo grazie al loro supporto incondizionato (di famiglia ed amici) che trovo lo stimolo a non mollare, ad affrontare i momenti più critici. Credono in me ed in quello che vorrei trasmettere.

CHI VOLESSE POTRÀ’ AFFIANCARTI A NUOTO PER BREVI TRATTI, COSA DEVE FARE?
Verrà specificata la modalità di adesione sul sito AlessandroBossini.Com nei mesi di Luglio ed Agosto.
Da ogni isola dopo il tuffo di partenza sarà possibile affiancare la Traversata fino a 5 km, dopo i quali dei gommoni riporteranno i nuotatori alla costa di partenza. Per l’arrivo alle isole invece: chiunque sia munito di imbarcazione potrà venire in contro e nuotare.

Video intervista sul personaggio Alessandro Bossini

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site