Intervista a Greta Sandrini


Greta Sandrini con la medaglia d'argento della 5 km ai Capionati Europei 2009

Greta Sandrini con la medaglia d'argento della 5 km ai Capionati Europei 2009

NAL ha intervistato Greta Sandrini, recente medaglia d’argento nella 5 chilometri ai Campionati Europei Juniores 2009. Intervista realizzata grazie al contributo di Marco Panzarini


PERCHE HAI SCELTO IL NUOTO COME TUO SPORT?
Sinceramente non lo so, mia mamma mi aveva fatto iniziare più per la mia salute che per altri motivi. Penso di aver avuto un feeling con l’acqua già da bambina, perché al mare dentro al canotto era l’unico posto in cui dormivo.

COME SEI ARRIVATA AL NUOTO DI FONDO?
Non sono mai stata brillante nelle gare veloci, i miei allenatori Lorenzo De Sanctis e Matteo Cortesi mi spingevano a provare questo tipo di gara e alla fine direi che sono riuscita a cavarmela …

QUALI SONO STATE LE SENSAZIONI DURANTE LA GARA AGLI EUROPEI?
Beh, prima della partenza le parole di Matteo mi hanno caricata al massimo, fino a metà gara andavo abbastanza bene ed ero convinta di poter ottenere un buon risultato, ma dopo una “lotta” con due altre atlete mi sono ritrovata quasi ultima. Non sapevo più cosa fare, ma per fortuna un angelo mi ha aiutato. Da quel momento con tutte le forze che mi erano rimaste sono riuscita a rimontare e a collocarmi nei primi posti.
Dopo il giro dell’ultima boa ho preso una traiettoria d’arrivo diversa da quella del gruppo di testa e non so come la mia mano abbia toccato per seconda.

QUALI SONO STATE LE SENSAZIONI DOPO LA MEDAGLIA?
Non ero ancora del tutto consapevole di ciò che avevo fatto, e mi ci è voluto ancora un po’ di tempo, ma quando ero sul podio non riuscivo a smettere di guardare le espressioni dei miei genitori, che mi seguono ovunque e quella del mio allenatore Matteo Cortesi, felici ed emozionate. Quella era la mia più grande gioia, essere riuscita a rendere felici le persone a cui tengo di più, che mi sono state vicine anche nei momenti difficili e che mi hanno anche aiutato ad arrivare lì.
Non smetterò mai di ringraziare il mio allenatore Matteo Cortesi per tutta la pazienza che ha dovuto impiegare per farmi ottenere tutto questo.

COS’E’ CAMBIATO DOPO IL SUCCESSO OTTENUTO?
Penso che non sia cambiato niente. Non ho mai creduto completamente nelle mie capacità e adesso penso di esserne consapevole.
Riguardo i rapporti con i miei compagni non è cambiato assolutamente niente e non deve cambiare nulla, loro mi aiutano sempre e mi fanno divertire. Il nuoto non è solo uno sport basato sulla fatica e le soddisfazioni ma anche un modo per sfogarsi e divertirsi.

QUAL’E’ LA TUA CARTA VINCENTE IN GARA?
Beh, se ve la dico che segreto è?
Penso che una persona a me cara mi stia sempre vicino e mi aiuti nei momenti difficili, ma soprattutto non si deve mai mollare perché fino a che non si raggiunge il traguardo o la sponda della piscina, la gara non è finita (vedi gli Europei!).

QUANTE VOLTE E PER QUANTI KM LA SETTIMANA TI ALLENI?
Mi alleno circa due ore sei volte a settimana nel periodo scolastico e due volte al giorno nel periodo festivo o estivo. Mediamente dai sei agli otto chilometri ad allenamento.

PRIVILEGI LE GARE IN MARE O IN LAGO? PERCHE?
Il “mio mondo” è il mare, specialmente se ci sono acqua fredda e onde perché, a differenza del lago, mi sento più libera.

C’E’ UNA GARA O UN LUOGO (LAGO O MARE CHE SIA) DOVE NON VEDI L’ORA DI RITORNARE PER GAREGGIARE? PERCHE’?
Mi piace molto la gara di Punta Marina al bagno “Balù”. È una gara divertente perché partecipano quasi tutti i miei compagni di squadra ed è organizzata molto bene.

QUAL’E’ IL TUO OBIETTIVO PER IL FUTURO?
Forse è troppo presto per dirlo, preferisco rimanere con i piedi per terra ed andare avanti così. E soprattutto riuscire ad essere pienamente soddisfatta sia a livello natatorio che scolastico.

QUALI SONO LE TUE SPERANZE PER LA STAGIONE PROSSIMA?
Spero di riuscire ad impegnarmi al massimo (come quest’anno) e di non arrendermi mai.

SE UN GENITORE TI CHIEDESSE INFORMAZIONI SUL NUOTO E SULLE ACQUE LIBERE PER I PROPRI FIGLI, COSA GLI DIRESTI?
Il nuoto è uno sport che ti può aiutare in qualsiasi cosa; puoi “scaricare” tutte le tensioni, è molto salutare, ma soprattutto è basato sul divertimento.

QUALI CONSIGLI DARESTI AD UN GIOVANE CHE VUOLE AVVICINARSI AL NUOTO IN ACQUE LIBERE PER LA PRIMA VOLTA?
Il nuoto in acque libere e le gare di fondo in generale sono difficili da affrontare psicologicamente, ma se vuoi una cosa puoi ottenerla.
Io lo consiglierei a chiunque perché non sempre vince chi va più forte, ma chi riesce ad elaborare una tattica vincente. Penso che la cosa più bella sia vedere che dopo tanti sforzi e fatiche la tua mano tocchi il tabellone prima di tutti … ma devi essere principalmente pronto ad affrontare nuovi “incontri”… pesci, ma soprattutto meduse!

SCHEDA ATLETA

NOME: Greta Sandrini
LUOGO E DATA DI NASCITA: 27-11-1993
SOCIETA DI APPARTENENZA: CN UISP Bologna
SPECIALITA NATATORIA: 5 km acque libere / 800 stile libero
MIGLIOR RISULTATO IN CARRIERA: Argento ai Campionati Europei Juniores in acque libere sulla distanza dei 5 Km 2° Classificata
Campionati Europei Juniores in acque libere sulla distanza dei 5 Km 1° posto a squadre
BREVE BIOGRAFIA SPORTIVA:
Inizio attività a quattro anni (1997)

Altri risultati importanti di Greta Sandrini con la Nazionale Assoluta:
Campionati Italiani Coppa Len 2007/2008 5km 1° Classificata junior
Coppa Len 2008/2009 5° Classificata

Campionati Italiani Assoluti di Nuoto di Fondo
Campionati Italiani in mare 2007/2008 5km 2° Classificata junior
Campionato Italiano di Fondo e Mezzofondo 2007/2008 1° Classificata junior
Campionati Italiani in acque libere 5km 1° Classificata junior

Campionati Italiani Assoluti in vasca
Campionati Italiani Giovanili vasca corta 2008/2009 800sl 1° Classificata junior
Campionati Italiani 2008/2009 5km 1° Classificata junior
Campionati Italiani Giovanili vasca lunga 2008/2009 800sl 1° Classificata junior

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site