Il Jaked, il costume dei record


jaked_costumone

Costume Jaked (www.jaked.it)

Di recente Craig Lord ha scritto un articolo dove palesa le alte prestazioni che il Jaked permette di ottenere a chi lo indossa, rispetto ad altri modelli concorrenti.


I risultati degli atleti che indossano il costume Jaked hanno un miglioramento competitivo: alle recenti gare in Svizzera sono stati abbattuti 23 record nazionali da nuotatori che vestivano Jaked.
Sempre ai nazionali in Svizzera il Jaked è stato anche primo attore nei 100 e 200 dorso donne, dove è stato utilizzato da tutte le otto finaliste in entrambe le distanze, consentendo un miglioramento prestazionale medio di 4 secondi.

Vantaggi di questo tipo non si vedono con altri costumi, tanto che atleti di medio livello riescono a raggiungere tempi di tutto rispetto: si abbassano 1-2 secondi nei 100 metri e 4-5 secondi nei 200 metri, anche in specialità come rana e delfino.

L’allenatore Alberto Castagnetti etichetta questa condizione con il termine “doping tecnologico”, riferendosi alla differenza che si crea tra gli atleti grazie o per colpa di un costume.

Fonte: SwimNews

1 Commenti

  1. fabrizio scrive:

    Meno male che anche il Mister Castagnetti ha “bollato” i costumoni. Prima o poi o arriveremo a costumi drenanti, massaggianti, costringenti, galleggianti, dopanti e, chissà, spingenti o, forse, torneremo allo slippino! Divertente la scena a Genova al Trofeo S. Clara, quando un ragazzo si è messo il costumone sopra ad uno slippino; i Giudici, giustamente interpretando il Regolamento, lo hanno minacciato di squalifica, l’ atleta si è spogliato, tolto lo slippino, rimesso il costumone e quando si è piegato … si è strappato proprio lì sulle chiappe!! Che scena fosse stato sul blocco di partenza! (PS: la gara l’ ha fatta con lo slippino!!)

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site