Regolamentazione sui costumi da gara per i disabili


Atleti ai blocchi di partenza a Beijing 2008 Paralympic Games (foto IPC)

Atleti ai blocchi di partenza a Beijing 2008 Paralympic Games (foto IPC)

A seguito della richiesta di Vittorio sulla regolamentazione dei costumi da gara per le competizioni di nuoto dei disabili, NAL riporta la situazione corrente grazie alla disponibilità di Riccardo Vernole, Coordinatore Tecnico DIP. Sport dell’Acqua CIP.


L’IPC Swimming (Settore nuoto del Comitato Internazionale Paralimpico) ad oggi si attiene alle disposizioni della FINA, permettendo comunque alcune modifiche ai costumi in commercio (purché riconosciuti dalla FINA) e legate a situazioni particolari, come ad esempio l’assenza totale o parziale di arti inferiori o difformità “importanti” tra i due arti.

«La migliore soluzione si realizza quando le aziende produttrici forniscono i costumi “su misura” per ogni atleta» – afferma Riccardo Vernole.

Circolare CIP sui costumi da gara nel nuoto per disabiliSCARICA LA CIRCOLARE SULLA REGOLAMENTAZIONE DEI COSTUMI DA GARA NEL NUOTO PER DISABILI

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site