FINA: altre novità dal meeting di Bangkok (Tailandia)


Oltre alla possibilità d’utilizzare i costumi interi, ci sono altre interessanti novità decise dalla FINA durante il meeting del 14 e 15 Gennaio 2010 a Bangkok (Tailandia), che coinvolgono direttamente ed indirettamente il settore Nuoto in Acque Libere.


Di seguito le novità per il nuoto in acque libere decise dalla FINA:
- parte una competizione a squadre in concomitanza dei Campionati del Mondo 2011 di Shanghai (Cina), dove verrà considerato il tempo di un uomo e di una donna
- nasce un Campionato del Mondo Junior di Nuoto in Acque Libere ed inizierà nel 2012 in sostituzione del Campionato del Mondo di Nuoto in Acque Libere che si tengono per l’ultima volta quest’anno a Roberval (Canada)
- il Campionato del Mondo di Acque Libere viene incluso nel Campionati Mondiali di Nuoto, che si tengono negli anni dispari. I prossimi appuntamenti sono ufficiosamente nel 2011 in Cina e nel 2013 negli Emirati Arabi Uniti.

Nel progamma anti-doping FINA si è deciso di:
- esaminare l’idea di introdurre il Passaporto Biologico degli atleti
- analizzare nuovamente i campioni raccolti durante i Campionati Mondiali di Nuoto 2009 a Roma, verificando se vi sono tracce di plastificanti (probabilmente per verificare la percentuale di tossicità presente nel corpo dell’atleta, in genere associata all’uso del sangue artificiale)
- considerare la possibilità di memorizzare i campioni raccolti durante i Campionati del Mondo per analisi future e per un minimo di otto anni

La Commissione Allenatori FINA ha stabilito di:
- avviare un “FINA Coaches’ Educational Programme” come un’aggiunta alla già esistente FINA Development Programme
- istituire un Programma di Certificazione Allenatori di Nuoto FINA (FINA Swimming Coaches Certification Programme) e consiederare un’ulteriore estensione di questo programma a tutte le discipline FINA
- mantenere in essere i record del mondo come per la FINA Legal Commission Report ed in conformità con la vigente normativa FINA.

Nella Commissione Atleti le novità sono:
- l’elezione di due nuovi membri, Britta Kamrau-Corestein (GER, nuoto in acque libere) e Virginie Dedieu (FRA, nuoto sincronizzato)
- non è stata accettata la proposta che un rappresentante della Commissione Atleti possa partecipare ai meeting del FINA Bureau (senza la possibilità di voto), in quanto ciò costituirebbe una violazione del regolamento FINA (FINA Constitution Rules)

Infine, a Settembre 2010 a Punta del Este (Uruguay) si terrà una “FINA World Aquatic Convention”.
I principali obiettivi dell’incontro saranno:
- stabilire le azioni necessarie per sviluppare e organizzare meglio le attuali 202 Federazioni Nazionali membre
- presentare insieme ai partner commerciali FINA (televisioni e sponsor) la FINA nel 21° secolo

Al termine del meeting il Dr. Julio C. Maglione, Presidente della FINA, afferma che lascia Bangkok abbastanza ottimista per il futuro della FINA. Valuta l’incontro in Thailandia come importante in previsione degli obiettivi futuri della Federazione Internazionale, confermati dal successo dei Campionati Mondiali di Nuoto a Roma dello scorso anno e l’elezione del nuovo FINA Bureau per il 2010-2013.
Il Presidente della FINA ricorda che negli ultimi sei mesi è stata compiuta una grande quantità di lavoro ma che necessita continuare al fine di valorizzare l’immagine della FINA e delle 202 Federazioni Nazionali membre.

LEGGI IL COMUNICATO STAMPA ORIGINALE DELLA FINA

Fonte: FINA

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site