Earth Hour 2012: sensibilizzare la sostenibilità del pianeta


Sabato 31 Marzo si rinnova Earth Hour, l’evento globale WWF per il clima che coinvolge cittadini, istituzioni ed imprese nel aderire al gesto simbolico di spegnere per un’ora le luci di monumenti, luoghi simbolo, insegne dei negozi e singole abitazioni.


Sempre in occasione per l’Ora della Terra, quest’anno il WWF premia con il riconoscimento “Reinventare le città” nove Comuni italiani, perché si sono contraddistinti per le buone pratiche di sostenibilità urbana e perché hanno reso più green piccole e grandi città. I Comuni premiati sono: Forlì-Cesena, Forni di Sopra (Udine), Milano, Napoli, Ponte Buggianese (Pistoia), Rocchetta Vara (La Spezia), Torino, Vanzago, Venezia.
Inoltre, da oggi i Comuni italiani potranno partecipare alla sfida internazionale del “City Challenge” per l’elezione della “Capitale Earth Hour 2013″.

«Le buone pratiche avviate dai Comuni italiani sono soluzioni creative, realizzabili ed esportabili, in piccoli centri così come in grandi capoluoghi, e possono “ispirare” decine di altri Comuni, ma anche i decisori del nostro Paese, nell’avviare un nuovo modello culturale e nuove forme di economia e partecipazione sociale per il benessere nostro e del pianeta», afferma Adriano Paolella, Direttore Generale del WWF Italia.

Anche quest’anno sono tanti i testimonial italiani di Earth Hour 2012, come Elisa, Niccolò Fabi, Paola Saluzzi, Roberto Bolle, Tetes de Bois e la Nazionale italiana di rugby.
Nel 2011 anche il mondo del nuoto ha contribuito con Massimiliano Rosolino a lasciare il proprio appello, affinché ogni persona faccia la sua parte scegliendo comportamenti ecologici ed a basso impatto ambientale.

Versione italiana del video di Earth Hour 2012

link esternoScopri qui maggiori informazioni sull’iniziativa e come aderire all’Earth Hour 2012

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site