Drattsev e Fabian dominano la Patagones – Viedma 2011


L'arrivo della gara FINA a Viedma (foto dailynewsofopenwaterswimming.com)

Sabato 5 Febbraio si è svolta la Patagones-Viedma 2011, terza tappa del circuito Grand Prix FINA 2011, gara giunta alla quinta edizione, quest’anno sulla distanza di 12 chilometri e dominata dal russo Evgeny Drattsev, vice-campione nella 5K e 10K ai Campionati del Mondo di Nuoto in acque libere 2010. Tra le donne domina l’americana Eva Fabian.


Su un circuito di 2,4 Km da percorrere 5 volte, i 47 partecipanti provenienti da 13 paesi si sono confrontati nel fiume Negro che separa le città argentine Viedma e Carmen de Patagones.
Prima della partenza c’è stato un emozionante tributo a Fran Crippen, nuotatore americano scomparso e vincitore della prova nel 2010.

Dopo un finale testa a testa, vince il russo Evgeny Drattsev in 2h33m07s, secondo il connazionale Sergey Bolshakov giunto in 2h33m10s, terzo l’americano Alex Meyer in 2h33m14s, dopo aver condotto per quasi tutta la gara.
Seguono a breve distanza il francese Bertrand Venturi ed il canadese Richard Weinberger, giunti rispettivamente al quarto e quinto posto.

Il bulgaro Petar Stoychev, uno dei favoriti della competizione, ha concluso in 8ª posizione. A fine gara ha affermato che la competizione è la migliore gara in Argentina: motivazioni principali il paesaggio, il circuito ed il livello organizzativo.

Due gli italiani in gara: 12° Andrea Volpini, giunto col tempo di 2h40m00s e 13° Rodolfo Valenti arrivato in 2h46m01s.

Evgeny Drattsev afferma che “è stata una gara molto difficile e fisicamente impegnativa, dove gli ultimi due giri sono stati più duri perché la corrente era forte a causa della bassa marea“.
Meno soddisfatto l’americano Meyer, perché il suo obiettivo era più alto: “Non sono contento del terzo posto ma sono soddisfatto della mia prestazione, perché ho dato il meglio ed ho fatto tutto quello che potevo“.

Tra le femmine, dopo il dominio iniziale nei primi tre giri della russa Anna Uvarova, tanto da sembrare quasi irraggiungibile, s’impone e vince la prova l’americana Eva Fabian (attuale campione del mondo nei 5K) con il tempo di 2h53m44s. Seconda è la brasiliana specialista delle maratone di nuoto Poliana Okimoto in 2h54m58s e terza la ventenne francese Ophelie Aspord in 2h55m00s, per la prima volta sul podio in una competizione FINA.
L’unica italiana in gara è Fabiana Lamberti, giunta 9ª in 2h56m20s.

La gara è stata difficile e diversi sono stati gli abbandoni: solo 33 atleti su 47 terminano la prova e due nuotatrici arrivano fuori tempo massimo.
Ritirati: tra i maschi Sergey Bauer (Ggermania), Daniel Delgadillo (Messico), Sébastien Fraysse e Julien Sauvage (Francia), Ilija Stojanovvski (Macedonia); tra le femmine Emily Brunemann y Christine Jennings (Stati Uniti), Melissa Villaseñor (Messico), Aurelie Muller (Francia), Cecilia Biagioli e Lara Rodriguez Anido (Argentina).

Da segnalare l’assenza dai podi dei padroni di casa argentini, dove tra i maschi il migliore è Guillermo Bertola che raccoglie un 14° posto, mentre tra le femmine Pilar Geijo (campionessa del circuito 2010) giunge al 13° posto, ultima con un ritardo di 11m40s. L’altra argentina, Cecilia Biagioli si è ritirata, nonostante sia stata protagonista delle prime due tappe del circuito Rosario e Santa Fé-Coronda.

Grande assente l’argentino Damian Blaum, che comunica la decisione di non prendere parte alla gara perché ancora provato dalla Santa Fé-Coronda ma intenzionato ad essere tra i protagonisti della Hernandarias-Paraná 2011 di 88 chilometri, prossimo appuntamento in agenda del circuito Grand Prix FINA in programma il 13 Febbraio.

Curiosa e suggestiva la presenza a pochi metri dalla partenza di un leone marino.

SCARICA IL DOCUMENTOSCARICA IL PDF DELLA CLASSIFICA E DEI RISULTATI MASCHILI
SCARICA IL DOCUMENTOSCARICA IL PDF DELLA CLASSIFICA E DEI RISULTATI FEMMINILI

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site