28a Coppa Byron


Alessio Urru, vincitore dell'edizione 2009 della Coppa Byron (foto Luca Grassani)

Alessio Urru, vincitore dell'edizione 2009 della Coppa Byron (foto Luca Grassani)

Sabato 29 Agosto nelle acque bandiera blu del golfo di La Spezia si è tenuta la 28a edizione della prestigiosa Coppa Byron, gara di fondo di 7,2 chilometri, valevole per il campionato FIN di nuoto di fondo in acque libere.


La competizione nata nel 1949 dall’idea del Senatore Giovanni Battista Bibolini, evoca la leggendaria traversata che Lord George Byron fece nell’estate del 1822 per andare a casa dell’amico poeta Percy Shelley.

Gli iscritti sono 170, il tempo è ottimale dopo l’incertezza delle prime ore del mattino, il mare è abbastanza calmo e la visibilità è discreta. Il percorso è in linea, con partenza da Portovenere ed arrivo antistante la spiaggia di San Terenzo dove un folto pubblico aspetta i nuotatori in un clima di festa.

Con un ritardo di 30 minuti dal programma, la gara prende il via alle 15.30, il ritmo imposto dai 146 atleti partenti è elevato ed i concorrenti lottano per tenere la posizione. Dopo 1800 metri all’altezza della Punta Castagna i gruppi di testa sono già definiti e acquistano un progressivo vantaggio sugli inseguitori.

Vince la 28a edizione Alessio Urru (ASD Nuotatori Genovesi) in 1.18’26″, che impone sul compagno di squadra Gianni Fontanesi giunto in 1.20’15″. La terza piazza assoluta è conquistata in 1.25’49″ da Melissa Pasquali (RN Florentia) con un buon margine dalle altre donne agoniste, Laura Volpi (Sogeis) 11a in 1.30’46″ e Simona Guerra (ASD Canottieri Flora) 15a in 1.32’10″.

Primi dei master a toccare il traguardo sono Roberto Olmi (Società Nuoto Grosseto) in 1.26’09″, Paolo Perrotti (Andrea Doria Genova) in 1.26’15″ e Massimo Milano (SSD Nuoto Grosseto) in 1.26’29″.
Tra le donne master vince Michela Menegon (Siena Nuoto) in 1.36’35″ su Sara Barani (ASD Lerici Nuoto) in 1.39’18″ e Lara Fiorenzani (SSD Nuoto Grosseto) in 1.43’07″.

Il dopo gara e le premiazioni avvengono nel parco di Villa Shelley, dove tra i premi in mostra c’è il trofeo in bronzo opera dello scultore Pietro Ravecca che rappresenta una sirena con sei delfini, di cui tre reggono una coppa in argento col logo della Byron. Il trofeo sarà consegnato alla società che vincerà per prima cinque volte l’appuntamento di Lerici nei prossimi anni. Negli anni precendenti l’ambito premio è stato conquistato dal Gruppo Carabinieri nel 1983 e nel 2000.

L’atleta più giovane premiata è la quattordicienne Valentina Garelli (Nuoto Ferrara) giunta 62a assoluta in 1.46’10″.

Video n.0 della competizione – La partenza

Video n.1 della competizione

Video n.2 della competizione – Passaggio lungo la diga foranea

Video n.3 della competizione – Passaggio lungo la diga foranea

Video n.4 della competizione – Filippo Nani e Sara Barani in azione

Coppa Byron 2009


Altre foto diponibili nella galleria fotografica di Mario su Picasa

1 Commenti

  1. gigi giannotti scrive:

    Complimenti vivissimi a tutti i partecipanti, speriamo il prossimo anno di esserci.

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site