Cimmino attraversa lo Stretto di Cook


Salvatore Cimmino si prepara alla traversata dello Stretto di Cook (foto stuff.co.nz)

Lunedì 10 Ottobre in Nuova Zelanda Salvatore Cimmino è stato protagonista della traversata dello Stretto di Cook, nuotando 26 chilometri in poco meno di otto ore e 20 minuti con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla consapevolezza della disabilità.


L’impresa di Cimmino è straordinaria perché è il primo nuotatore amputato ad effettuare la traversata ed anche il primo a completare la nuotata in Ottobre, quando le condizioni sono notoriamente avverse, l’acqua è fredda e la temperatura dell’aria aumenta il rischio di ipotermia.

Durante la nuotata, Cimmino ha tenuto una velocità media di 3,5 chilometri all’ora in un’acqua a 12 gradi circa, si è rifornito ogni 20 minuti con bevande calde ricche di carboidrati per mantenere alto il livello di energia ed è stato sempre di buon umore comunicando con le due barche d’appoggio che lo hanno seguito per tutta la traversata.

Nonostante l’obiettivo raggiunto con successo, quella di Cimmino non può essere considerata registrabile nel libro dei record dello Stretto perché ha indossato una muta, che seppur fondamentale per tenerlo caldo, ne ha aumentato la sua spinta e velocità.

Cimmino commenta l’impresa: “Sono felice d’avere costruito un nuovo ponte nell’emisfero sud del Pacifico unendo virtualmente la Nuova Zelanda attraversando lo Stretto di Cook in 8 ore. Non vi nascondo la sofferenza che ho provato, l’acqua era gelata ma ce l’abbiamo fatta!
La gioia più grande è stato il riscontro affettuoso di questo meraviglioso paese
.”

GUARDA I SERVIZI SU 3NEWS.co.nz
link esternoServizio del 6 Ottobre 2011
link esternoServizio del 10 Ottobre 2011

Lascia un commento

Categorie | Notizie

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site