Budapest 2010: oro per Beresnyeva nella 25K femminile, bronzo Grimaldi


Podio della 25K Femminile di Budapest 2010, Grimaldi bronzo (foto daylife.com)

Domenica 8 Agosto si è svolta la 25K femminile, ultima prova di nuoto in acque libere agli Europei di Budapest 2010, dove vince l’ucraina Olga Beresnyeva, terza l’azzurra Martina Grimaldi.


Le atlete di testa si sono giocate il podio allo sprint e con l’ausilio del fotofinish: Olga Beresnyeva vince in 5h48’10″20 anticipando per un decimo di secondo la tedesca Angela Maurer che tocca il traguardo in 5h48’10″30; Martina Grimaldi è stata considerata dai giudici terza a scapito della spagnola Margarita Dominguez, dopo essere arrivate entrambe con il tempo di 5h48’30″80 ma con il fotofinish che mostra l’azzurra anticipare la rivale spagnola.

Le altre italiane in gara: nona Camilla Frediani in 5h50’40″10 e tredicesima Federica Vitale in 5h52’54″20.

Per Grimaldi ottenere la medaglia di bronzo di questa gara è stato sicuramente un ottimo risultato dopo la sfortunata squalifica nella stessa distanza dei Campionati del Mondo in Canada poche settimane prima.

Martina Grimaldi commenta il risultato conquistato grazie anche al sostegno della squadra azzurra: “L’entusiasmo del gruppo mi ha contagiato e trasmesso fiducia dopo le ultime prestazioni.
La gara è stata molto dura, soprattutto nell’ultimo giro, quando Beresnyeva e Maurer hanno cominciato a strappare.
In precedenza avevano provato ad allungare la francese Celia Barrot e l’olandese Linsy Heister, però mi sentivo meglio e non ho avuto problemi a ricucire.
Invece, negli ultimi 500 metri ho provato solo a resistere, a restare vicina alla Dominguez.
L’arrivo è stato molto concitato. Ho toccato con la testa bassa, senza guardare la mano della spagnola e pregato Dio che fossi terza, almeno ex aequo. Arrivare quarta, con un ritardo infinitesimale sarebbe stata una beffa enorme dopo tutta quella fatica
.”

Grimaldi prosegue: “C’era chi mi diceva che avevo toccato prima, chi un attimo dopo. Sul tabellone lampeggiava l’ex aequo, ma abbiamo dovuto aspettare il fotofinish per esultare.
Sono molto contenta. Questo bronzo indica di continuare a puntare sui 25 chilometri, anche se la dieci resta la gara al centro dei miei programmi.

Dopo la pessima prestazione sulla 10 km, dove non ho reso onore al titolo mondiale conquistato solo 10 giorni fa in Canada, sono rimasta concentrata e ho affrontato questa 25 km al massimo delle mie possibilità fisiche e mentali. Mi spiace non avere mantenuto la testa della gara fino in fondo ma l’ucraina Berensnyeva e la tedesca Maurer hanno impresso un ritmo forsennato nell’ultimo tratto ed io mi sono dovuta difendere dall’attacco della spagnola Dominguez.

Desidero ringraziare le Fiamme Oro Napoli e in particolare il responsabile tecnico della squadra di fondo, Peppe D’Angelo, senza le sue assicurazioni non farei parte del gruppo sportivo: alle visite mediche mi avevano scartato per il tatuaggio a cinque cerchi sul dorso del piede destro che ho dai Giochi di Pechino.”

La quasi singolare situazione di come il finale di gara abbia determinato il podio è dovuto alla tendenza a nuotare in gruppo per sfruttare la scia della prima nuotatrice, al fine di fare meno fatica, riservandosi in questo modo il più possibile per lo sprint finale.
Questa volta Grimaldi si è accontentata della medaglia di bronzo ma, come ha detto il tecnico del Circolo Nuoto UISP e della Nazionale Fabio Cuzzani al termine della gara: “Non è credibile oramai che a questi livelli un atleta possa mantenere il top della forma fisica per più di dieci giorni.
Martina era al top per i mondiali e ha fatto allenamenti di mantenimento per questi Campionati Europei sperando che la condizione tenesse il più possibile.
Oltre a Cleri ed alla Consiglio, Martina è l’unica ad avere conquistato medaglie sia in Canada che in Ungheria, dove però due settimane fa il successo sulla 10 voleva dire titolo iridato sulla distanza olimpica.”

NAL ringrazia Marco Panzarini per la realizzazione della notizia.

Fonte: Federnuoto.it

SCARICA IL DOCUMENTOSCARICA I RISULTATI E LA CLASSIFICA DELLA 25K FEMMINILE

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site