Andrea Volpini vince il trofeo della Cagliari – Poetto 2011


I primi tre nella Mezzo fondo: Andrea Volpini, Rodolfo Valenti, Gherardo Bruni (foto astilelibero.it)

Dal 9 all’11 Settembre si è svolta a Cagliari la Cagliari-Poetto 2011, tre gare in tre giorni sulle distanze di 18, 4,2 e 7,2 chilometri, dove Andrea Volpini si aggiudica il trofeo di quest’anno.


La manifestazione inizia dopo una settimana di maestrale che ha condizionato la prima competizione in agenda, quella di Gran fondo, mettendo così a dura prova i diversi atleti in gara in un’acqua decisamente fredda.
Nella gara di Gran fondo è tripletta delle Fiamme Oro Napoli, vince Andrea Bondanini in 3h10m01s, che allo sprint finale iniziato a 500-600 metri dall’arrivo anticipa Andrea Volpini giunto secondo in 3h10m11s, terzo Rodolfo Valenti in 3h12m57s.
Tra le femmine domina Daniela Calvino (Nantes Club Master Napoli) in 3h45m27s e primo degli atleti Master è Corrado Sorrentino (Atlantide Elmas Cagliari) che giunge in 3h20m52s, quinto assoluto.

La gara di Mezzo fondo condizionata da un mare agitato è vinta da Andrea Volpini (Fiamme Oro) in 43.28.51 che si impone nelle ultime bracciate sul compagno di squadra Rodolfo Valneti, secondo in 43.29.37, terzo Gherardo Bruni (Forum Sport Center) in 43m40s09.
Anche tra le femmine si decide il podio con uno sprint finale, con Francesca Annis prima al traguardo in 51m37s69, seconda Alessandra Romiti in 51m38s70, terza e più attardata Silvia Marrocu in 1h01m36s24.
Primo dei Master è ancora Corrado Sorrentino, quarto assoluto, che tocca l’arrivo in 47m54s19.

La gara di Fondo si è svolta in condizioni ottimali e decisamente migliori delle altre due che l’hanno preceduta. Il podio è fotocopia della Mezzo fondo, con primo Andrea Volpini in 1h17m26s, secondo Rodolfo Valenti in 1h17m56s, terzo Gherardo Bruni 1h18m27s.
Tra le femmine trova il successo Alessandra Romiti giunta in 1h26m01, seconda Francesca Annis in 1.28.04, terza Ilaria Sanna in 1h33.29.
Corrado Sorrentino giunge ancora primo tra i Master e quarto assoluto col tempo di 1h24m43s.

Cesare Goffi, Presidente del Nuoto Club Cagliari ed anima organizzatrice della manifestazione, commenta: “Un’edizione che ancora una volta ha fatto un salto di qualità, dimostrato dall’elevato numero degli iscritti e dall’ottimo livello tecnico espresso dai partecipanti. Vorrei ringraziare lo Yacht Club Cagliari, il Wind Surfing Club Cagliari e il Team Solemar per la loro preziosa collaborazione.”

10 Commenti

  1. franco scrive:

    …la Sardegna ci stà dando un esempio importante ed in Liguria siamo pronti a fare altrettanto…

  2. Stefano scrive:

    Noi della Masternuoto Fidenza siamo arrivati a Cagliari al Giovedì. Vento di Maestrale un’acqua fredda ma piatta.
    Al Venerdì uguale bravissimi i ragazzi/e della GranFondo siete stati fantastici ; mi hanno emozionato le due ragazze che hanno chiuso la manifestazione braveee. Il Sabato mattina mare caldo scuro e calmo , il barcaiolo del giorno prima ci disse proprio così , vedrete e al pomeriggio quando partirà la vostra gara ci sarà molto mare e così è stato.
    Alle 17 partenza una cosa stupendaaaa un mare da favola grosso potente ho provato tante sensazioni nuotarci , con il mister della mia squadra Maurizio Morini avevamo battezzato questa gara, dovevamo concluderla , ebbene si due primi posti fra cui il mio ( un po’ sofferto per le classifiche ma ero contento mi continuavano a dare 10 anni di meno ) un secondo e un ottavo.
    La 7.5 era una passeggiata e mi sono potuto godere appieno il mare , ho fatto la gara fino alla sella del Diavolo in compagnia di Pietro , ci siamo divertiti e abbiamo fatto una bella nuotata insieme poi ho cominciato a prendere il mio passo volevo sentire se ne avevo ancora , lui aveva sulle braccia anche la 18 complimenti.
    Devo ringraziare la nostra Sara un besos . Deborah Fede e Miriam e il “lamantino” Lorenzo , gran bella squadra .Silvano grazie di essere stato con noi e con Giulietto . Cesare Goffi ottima gara bravo ma il prossimo anno ti chiedo per piacere di mettere dei bagni alla partenza della 7.5 , abbiamo concimato tutta la tua bella Sardegna , non è stato un bello spettacolo eh eh eh .
    Un grosso elogio al giudice capo una conduzione senza nessuna pecca , perfetto , anche a tutti gli altri .
    Per me è stato il battesimo della Sardegna e mi è mancato molto l’amico Spano Alessandro il quale per problemi fisici non è potuto esserci e per questo motivo ha anticipato la partenza per il pellegrinaggio di Santiago di Compostela .
    Grazie per averci invitato nella tua terra e averci fatto conoscere questa bellissima e cordialissima gente che la vive . Ci saremo sicuramente anche l’anno prossimo , buon inverno a tutti perché il prossimo anno saremo ancora più forti e agguerriti, quindi allenateviiiiii.

  3. Simona scrive:

    Ciao Stefano,
    sono Simona, una delle due ‘ragazze’ di 45 anni che ha concluso la 18 km.
    Anche per me è stata una emozione grande. Ti ringrazio della citazione
    Al prossimo anno nelle acque del Poetto!!!

  4. pietro scrive:

    Bravo Stefano, un saluto da il Gus. a tutti ed anche a Pietro.

  5. alessandro scrive:

    Grande esperienza e grande soddisfazione portare a termine la Gran Fondo per il secondo anno consecutivo.
    Ora aspettiamo che ci venga data la possibilità di fare una 20 o una 25km, magari con un percorso lungo costa come quello del Poetto.
    Ci vediamo l’anno prossimo !!!
    Alessandro.

  6. Ciro Cerqua scrive:

    Stiamo facendo ferro e fuoco per tentare in Federazione di far accogliere l’istanza di validazione della manifestazione di Gran Fondo, che secondo il regolamento, che prevede un tempo minimo di 3:15:00 conto le 3 ore e 10 minuti ed 1 secondo del primo concorrente potrebbe non rendere valida ai fini dell’attribuzione di punteggio la gara. L’argomento è alquanto articolato, perchè l’unica ragione per andare in deroga alla regola è che il Giudice Arbitro abbia per motivi di sicurezza accorciato il percorso, e purtroppo sarebbe stata verbalizzata solo la condizione a favore degli atleti, per giustificare il tempo minimo. Ci auguriamo tutti che ci sia tolleranza in Federazione, anche se le valutazioni seguono due percorsi differenziati per agonisti e master. Vi terremo aggiornati, quando tra qualche giorno verrà comunicato l’esito della questione. Saluti a tutti Ciro Cerqua

  7. alessandro scrive:

    Ciro,
    anch’io avevo notato che il tempo del primo classificato era inferiore al minino stabilito dal regolamento, seppure di poco.
    Dal punto di vista strettamente personale, credo che nessuno possa toglierci la soddisfazione per ciò che abbiamo fatto.
    Da (quasi) atleta, mi auguro che la FIN non applichi il regolamento in modo miope, dal momento che se si esclude il Campionato Italiano, si tratta dell’unica Gran Fondo presente nel calendario 2011.
    Incrociamo le dita e speriamo di evitare la beffa..

  8. Gabriele scrive:

    in liguria ci sono posti dove una 20 25 km esempio lo specchio acque che va da borghetto santo spirito/ceriale/albenga/alassio nessun porto la cornice dell’isola gallinara … forse acqua nn come la sardegna … ma albenga è stata teatro di una 16 k incredibilmente bella anni scorsi … franco che mi legge lui sa come si potrebbe organizzarla … mancherebbe solo le barche d’appoggio … provate a sbizzarirvi su google maps a tracciare percorsi nei paese sopracitati … cavolo una gf in casa …
    buon nuoto e soprattutto grandi e lunghe nuotate ai fondisti veri eroi di ogni nuotata di qs meraviglioso sport IN FONDO
    Gabriele
    ps uno che a Cagliari 18k c’era ed il prox anno ci sarà di nuovo + forte ancora e consapevole di averla già fatta la Cagliari Poetto Quartu S. Elena

  9. paolo scrive:

    vi invidio tantissimo.
    io non riuscirei mai a fare 18 KM, però l’idea mi piace tantissimo.
    complementi a tutti
    un master che ha iniziato ad apprezzare le acque libere
    paolo

  10. alessandro scrive:

    Un plauso alla Federazione che in questa occasione ha “interpretato” il regolamento assegnando i punteggi a noi masters.

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site