Allenamento in montagna per migliorare la capacità aerobica


Immagine tratta da bagnidibormio.it

NAL ORGANIZZA Viaggio di allenamento a Bormio – Aprile 2010


Il miglioramento della capacità aerobica sta assumendo una notevole importanza un po’ in tutte le discipline sportive, non solo per il nuoto, ma in particolare dove è richiesto un gesto atletico veloce, di frequente durata e breve recupero.
Per lavorare sul mezzo aerobico, quindi per permettere al nostro organismo di affrontare uno sforzo relativamente superiore alla propria norma adoperando invece la medesima quantità di ossigeno, è bene valutare l’ambiente in cui svolge attività fisica. Non a caso infatti la maggior parte degli atleti usa prepararsi in un ambiete con meno O2 disponobile (quale la montagna per quote sopra i 1200-1600 mt circa, o camera ipobarica dove legalmente consentita) appunto per “potenziare” anche quei componenti coinvolti nel metabolismo dell’ossigeno (partendo dalla muscolatura coinvolta nella respirazione, fino ai mitocondri presenti dei muscoli) e aumentarne di conseguenza le capacità di recupero da un sforzo ad un’altro.

Degli studi inerenti sono stati fatti sui miglioramenti che apporta un allenamento in altitudine, e già dopo alcuni giorni dai tre per acclimatarsi (stabilizzare frequenza cardiaca e respirazione) agli otto/dieci circa abbiamo un notevole aumento dell’ematocrito (in particolare dei globuli rossi nel sangue) e soprattutto del numero e della potenza dei mitocondri:organuli intramuscolari coinvolti nell’elaborazione dell’ATP, l’acido lattico.

Quindi un normale lavoro a livello del mare svolto ad alta quota (in condizioni ipossiche) rispettando i parametri fisiologici di acclimatazione, porta già una buona “elaborazione” al nostro organismo, che verrà mantenuta poi con sedute di allenamento specifiche.

Si ringrazia l’allenatore Diego per il contributo all’articolo

NAL ORGANIZZA Viaggio di allenamento a Bormio – Aprile 2010

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site