Prova sul campo: Muta Cressi Glaros


Muta integrale Cressi Glaros

NAL ha provato la muta da nuoto Cressi Glaros, modello integrale monopezzo della nuova linea Swim Body Cressi per il nuoto ed adatto per le acque libere.


Prime considerazioni

logo_swimbeeLa muta Glaros è ergonomica e con un taglio essenziale ma particolarmente curato al fine di garantire un’elevata aderenza al corpo.

La muta è realizzata in neoprene C-THERM da 2 millimetri, molto elastico e col lato esterno liscio e idrorepellente che garantisce un ottimo scivolamento durante la nuotata.
Internamente è realizzato in materiale ultraspan, utilizzato anche per le guarnizioni a polsi, caviglie e collo consentendo di ridurre al minimo le infiltrazioni d’acqua.
Inoltre, tutta la muta Glaros è incollata e cucita con cuciture non passanti.

muta Cressi Glaros - inserti frontali muta Cressi Glaros - polso muta Cressi Glaros - caviglie
muta Cressi Glaros - schiena, chiusura lampo muta Cressi Glaros - chiusura collo muta Cressi Glaros - inserto petto

Alcuni particolari della muta Cressi Glaros integrale

Prova in acqua
Lo spessore di soli 2 millimetri e l’elasticità del neoprene utilizzato garantisce una buona indossabilità, tenendo sempre conto che si tratta di una muta integrale aderente, dove è necessario munirsi di una buona dose di pazienza per indossarla. La cerniera dorsale è facile da utilizzare, la chiusura della zip è ben protetta e fermata da una striscia di velcro.

LEGGI LA SCHEDA INTEGRALE DELLA PROVA PRODOTTO SU WWW.NALASD.COM

6 Commenti

  1. Aldo scrive:

    Salve, ce l’ho da un anno e posso confermare che va da meraviglia!
    Testata sui 14 km della Traverlonga sul lago d’Orta.
    Raccomando comunque molta vasellina su collo e ascelle. Consigliata!

  2. Paolo scrive:

    E’stata la mia prima muta e ci ho fatto svariate decine di km (forse centinaia)…
    Sinceramente lo trovo un prodotto mediocre, il neopreme tende a cedere e deformarsi, le parti soggette a sfregamento si usurano in fretta. Addirittura lasciandola al sole piegata potrebbe far sì che si incolli il neoprene…io la sconsiglio!

  3. Luigia scrive:

    Buongiorno,
    Vorrei sapere dal signor Paolo, quale e’ il prodotto e il materiale che suggerisce, che dopo un utilizzo di centinaia di chilometri di nuoto in mare non subisca usura. Grazie

  4. Sergio scrive:

    Beh, io la uso per le mie nuotate in lago, mi trovo bene, buono l’isolamento termico, da consigliare la vasellina nel coppino. Il problema che riscontro è il sentirmi un poco limitato nelle spalle ma è praticamente la norma per mute di questo tipo.
    Indubbiamente, non posso negare la necessità di qualche miglioria ma, per chi non ha pretese competitive esagerate, è un prodotto dai giusti compromessi.
    Sergio

  5. ippolito ricotti scrive:

    La possiedo da due anni e con essa ho percorso molti chilometri.
    Il 15 Luglio del 2009 mi ha consentito di fare la doppia traversata dello stretto di Messima. E’ possibile visualizzare alcuni momenti della traversata digitando ippolito ricotti da google.
    Personalmente la trovo molto interessante, termicamente mantiene la sensazione tattilotermica con l’acqua consentendo di percepire le correnti e la loro temperatura. Una volta indossata, in acqua si adatta al proprio corpo e consente una buona libertà di movimenti e non si percepiscono sensazione di compressione.
    Le ascelle ed il collo vanno abbondantemente trattate con apposito unguento per ridurre attriti che si possono produrre in queste zone.
    Conviene indossarla a secco per evitare che si allenti nella zone chi chiusura.
    Col tempo, ho notato uno sfaldamento della pellicola superficiale, senza tuttavia inficiare sulle caratteristiche.
    Saluti a tutti e buone nuotate,
    ippolito ricotti

  6. nicola scrive:

    ho intenzione di acquistare una muta per nuotare in mare, cosa mi consigliate? un prodotto con una buona base di partenza. Sono un atleta amatore da diversi anni, podista, nuoto al mare, non più principiante una base di partenza da un modello di circa €. 200,00 andrebbe bene? grazie a chi vuole rispondermi!

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site