Fine settimana d’Agosto scoprendo lo spirito sportivo di Manfredonia


Alberto Bordigoni (foto Catia Cantarelli)

NAL pubblica la lettera di Alberto Bordigoni, atleta Master rimasto ammagliato dal caloroso fine settimana di Agosto a Manfredonia (Foggia), dove ha partecipato alle due competizioni in programma: la 7ª Nuotata Lungomare del Castello e la 29ª Gran Nuotata del Golfo.


Con questa lettera volevo semplicemente ringraziare tutti i nuotatori di Manfredonia, il sig. Sapone Andrea, il sig. Michele Ionata ed il Presidente del Club Nuoto Manfredonia il sig. Bottalico, per la loro ospitalità, cordialità, semplicità e amicizia.

Sono un semplice nuotatore di mare che ha condiviso con voi le due giornate del TROFEO DI MANFREDONIA e le due gare del LUNGO MARE DEL CASTELLO e della GRAN NUOTATA DEL GOLFO.

Per me non si è trattato di una semplice manifestazione ma di un puro e semplice atto di amicizia e solidarietà, oppure chiamiamolo un momento di incontro e di scambio culturale.

Di una gara si possono raccontare tante cose: chi ha vinto, chi ha fatto il miglior tempo, chi è stato il migliore, ecc ecc. Eppure non finirò mai di raccontare cosa è stato veramente importante in questa gara.

Cominciamo subito dall’ospitalità.
Arrivato da Bologna non mi sono mai sentito fuori posto, mi sembrava che una piccola parte di me facesse parte di questo piccolo golfo antico.
Gli organizzatori non facevano altro che raccontare la storia del golfo, con tutte le sue caratteristiche storiche, mitologiche e teologiche.
Ad un certo punto chi legge comincia a domandarsi cosa può centrare questo con una semplice gara di nuoto. Eppure le storie cominciamo ad intrecciarsi proprio qui.

Alla prima gara sono arrivato primo di categoria e forse con un pizzico di ospitalità e una punta di orgoglio mi è stato offerto come premio una cena in un noto ristorante di Manfredonia ed a condividere il premio c’era una famiglia di Napoli.

Posso dire che oltre alla cena squisita ho goduto anche delle attenzioni degli organizzatori affinché la cena andasse a buon fine. In più di un occasione si sono presentati per accertarsi che il servizio fosse di mio gradimento.

Che dire poi delle premiazioni. Assessore e sindaco che con gli organizzatori si sgolavano per raccontare degli sponsor e di questo piccolo golfo antico. Fior fiore di premiazioni e di coppe.
Ma quali premi o quali coppe, medaglie per tutti! Hanno partecipato tutti, dai bambini di pochi anni fino agli adulti, dai master fino agli amatori ed infine agli agonisti.
Premi per tutti fino ad arrivare in serata ad un estrazione simbolica di alcuni premi. A tutti è andato un ricordo, un souvenir od una medaglia.

Poi c’era il menù. 15 euro a testa, da leccarsi i baffi.

Quello che mi ha colpito di più è stata la compostezza con cui si sono svolte le premiazioni. 
Educazione degna di persone nobili e di antica cultura, intere famiglie che fino all’una di notte si sono susseguite in applausi e complimenti per onorare quello che a oggi giorno si chiama sport.
Sport, quell’antico nome che oramai dimenticato trova il proprio fondamento in alcuni valori antichi quali sono la lealtà e la sportività.
In un mondo in decadenza, ecco che appare una luce che a oggi si è fatta forte e luminosa. 

Oggi, in questo GOLFO ANTICO ho assistito veramente a scene degne di nota, tali da far gioire gli dei e madre natura. Madre natura che di ha consentito di portare a termine 2 gare, una Domenica e una Lunedì, permettendoci di portare a termine 2 gare dove tutti sono stati vincitori.

Di tutto questo serbo un bellissimo ricordo nel mio cuore indelebilmente.

Ringrazio tutti, dagli organizzatori a tutti i nuotatori, per avermi fatto partecipe di questa semplice e piccola gara che sa di vera festa.
In particolare ringrazio i giudici, i cronometristi, la lega nuoto navale di Manfredonia e chi più ne ha più ne metta, in particolare ringrazio un piccolo nuotatore che ho chiamato “2 CALZINI”  perchè aveva 2 gambaletti di gomma alle caviglie che nella confusione della gara erano facili da individuare e il che mi ha permesso di nuotare dietro di lui in scia e quindi di ottenere i risultati di primo posto di categoria in tutte e due le gare. Senza di lui non so che risultati avrei ottenuto.

Infine per chi non lo avesse capito io ero quello con la bandana multi colore, molto facile da individuare e per quelli della mia categoria è stata una vera ossessione dal momento che hanno provato in tutti i modi di eliminarmi, una volta cercando di togliermi il costume, e una volta nuotandomi nella schiena, ma in fondo questi sono dettagli che fanno parte di una bellissima competizione, e in gara noi lo sappiamo, tutto è permesso.

Un caloroso affetto a tutti voi nella speranza di rivedervi al più presto,
Nemo… di Casalecchio di Reno (Bologna)
.”

1 Commenti

  1. giuseppe scrive:

    Bellissimo. Grazie per averci raccontato questa bella storia di nuoto. Chissa’ , il prossimo anno la faccio anche io?
    Saluti sportive
    Bepper

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site