Circuito Nobile dei Laghi 2012


Sabato 10 Giugno parte la stagione del Circuito Nobile dei Laghi 2012 di nuoto in acque libere. Di seguito riportiamo l’elenco degli appuntamenti del circuito.


Per vedere le date delle manifestazioni puoi consultare anche l’Agenda (organizzata per settimane) oppure il Calendario mensile qui a lato.

GIUGNO
10 – 2ª Quattro Bracciate al Lago Sirio | CHIAVERANO (Torino)
17 – 2ª Traversata dei Leoni – 2,4 Km | LAGO DI MONATE, TRAVEDONA (Varese)

LUGLIO
1 – Trofeo Campione d’Italia 2012 | CAMPIONE D’ITALIA (Como)
7 – Il Fondo nel Golfo di Salò 2012 | SALO’ (Brescia)
8 – 17ª Traversata del Lario – 1,5 Km | MANDELLO DEL LARIO (Lecco)
15 – 9ª Traversata del Lago di Mergozzo | MERGOZZO (Verbania)
28 – 2ª Traversata a Nuoto Intra – Laveno – Cerro – 400 m, 2,5 e 4 Km | LAVENO-MOMBELLO (Varese)

AGOSTO
11 – 43ª Traversata del Lago di Viverone – 1 e 3,75 Km | VIVERONE (Biella)
15 – Nuoto a Pallanza – Verbania 2012 – 400 m, 1,6 e 2,8 Km | Pallanza (Verbania)
19 – Traversata del Lago di Lugano 2012 – 2,5 Km | LUGANO, Svizzera
26 – 14ª Traversata del Lago d’Iseo – 3,2 Km | ISEO (Brescia)

SETTEMBRE
15 – 7ª Traversata a nuoto “un bacino per ADMO” 1 e 2 Km | PETTENASCO (Novara)
16 – 2° Trofeo Lago Viverone | VIVERONE (Biella)
23 – 5ª Uniti nella Bracciata – 400 m e 1,65 Km | CADREZZATE LAGO DI MONATE (Varese)

link downloadSCARICA IL FILE PDF DEL CIRCUITO NOBILE DEI LAGHI 2012

Hotel convenzionati: Albergo La Contrada – Verbania – Lago Maggiore

TORNA SU

Fonte: GTAL – Gruppo Traversate Acque Libere ASD

26 Commenti

  1. davide scrive:

    ciao,per la prima volta nella mia vita vorrei partecipare a delle gare di nuoto in acque libere ma non ho la piu’ pallida idea di cosa devo fare per poter partecipare e volevo alcune informazioni:
    1 devo iscrivermi obbligatoriamente a qualche federazione anche se sono gia iscritto alla fitri?
    2 si nuota con muta osenza o viene deciso al momento?
    3 bisogna avere la boa di segnlazione?
    4 piu’ o meno a che ora sono le partenze elle gare?
    grazie a chiunque voglia darmi informazioni
    davide

  2. Editore scrive:

    Caro Davide,
    ti rispondiamo per punti:
    1. Il regolamento non lo abbiamo ricevuto, quindi non ti sappiamo dirti se necessita un tesseramento particolare. Le scorsi edizioni erano validi i vari tesseramenti, quello FITRI compreso.
    2. In genere nei laghi si utilizza la muta (consigliabile quella specifica per il nuoto) ma è l’organizzatore a definire le regole.
    3. Gli appuntamenti di nuoto in acque libere nei laghi si caratterizzano per l’assegnazione delle boe di segnalazione ad ogni partecipante, che vengono consegnate sul campo gara.
    4. Gli orari delle manifestazioni non le sappiamo.
    Buon nuoto!

    Staff NAL

  3. Massimo scrive:

    e’ necessario un tesserino agonistico o basta un “nulla-osta” di un medico sportivo?

  4. Editore scrive:

    Caro Massimo,
    in genere per partecipare alle manifestazioni sportive necessita il certificato medico sportivo per l’abilitazione all’attività medico sportiva ma, gli appuntamenti non appartenenti al circuito federale o di un ente di promozione sportiva hanno regolamento tra loro diversi, da consultare volta per volta.
    Ti consigliamo di contattare l’organizzatore.
    Saluti sportivi

    Staff NAL

  5. renzo scrive:

    …ma se uno decide di “accodarsi” ai professionisti paganti glielo impediscono? Come? saluti liberi

  6. Editore scrive:

    L’organizzazione non è responsabile per chi non è regolarmente iscritto alla manifestazione e nel caso un soggetto è di intralcio alla prova può fermarlo ed invitarlo ad allontanarsi, sino a richiedere l’intervento delle forse dell’ordine.

  7. adele scrive:

    ciao,ho notato che alcune manifestazioni prevedono anche un percorso di 400m. Visto che non ho mai partecipato mi chiedevo se quel tipo di percorso fosse dedicato solo ai giovanissimi(l’età minima obbligatoria è di 6 anni contro quella di 14 delle altre) o se si potesse partecipare anche da adulti(ho 26 anni).
    Grazie mille

  8. Editore scrive:

    Caro Adele,
    in genere le distanze così corte sono pensate per il pubblico più giovane ma ti suggeriamo di contattare l’organizzatore per avere maggiori delucidazioni e dettagli.
    Saluti sportivi!

    Staff NAL

  9. Roberto Anselmi scrive:

    Ciao a tutti.

    Ho letto che per la 43a traversata del lago di Viverone (11 agosto) sono previste due distanze: 1 km e 3,75 km.

    Ma se vado sui link di dettaglio (scheda informativa e modulo di iscrizione) si parla solo della distanza di 3,75 km.

    Dov’è l’errore?

  10. Editore scrive:

    Caro Alberto,
    con tutta probabilità è il nostro l’errore ma, l’organizzatore non ci ha informato in merito.
    A scanso di equivoci ti suggeriamo di contattare il referente della gara e domandare a lui.
    Buon nuoto!

    Staff NAL

  11. pippo scrive:

    e’ che l’organizzazione gtal fa cagare !!!!!!!!!!!

    vogliono solo fare soldi e si vede !!!!!!!!!!!!!

  12. Editore scrive:

    Buongiorno Pippo,
    possiamo capire il tuo disappunto ma così come hai esposto il tuo parere ci pare poco costruttivo: se elenchi gli aspetti che ti sono poco piaciuti forse possono essere di aiuto alla collettività ed agli organizzatori per migliorarsi.
    Saluti sportivi!

    Staff NAL

  13. flavia ajolfi scrive:

    Pippo, buongiorno. Non vorrei mancarle di rispetto, appellandola in modo così informale, ma nel suo post non son riuscita a trovare una firma. Capisco anche che la formalità non è suo cruccio, come si intuisce invece potrebbe essere lo sforzo per raggiungere l’educazione e la coerenza. Parlo da amatore del nuoto in acque libere e, senza modestia, utente esperta delle varie manifestazioni, che ci offrono la possibilità di nuotare in mezzo a laghi e mari, solitamente regno di motori rumorosi e indisciplinati, in assoluta sicurezza e nel clima magico dell’amicizia sportiva. Conosce? Poco, direi, perchè il suo laconico scritto, può verificare ovunque, stona con i messaggi scambiati dai nuotatori -educazione -. Inoltre si è accodato a post che riguardavano manifestazione di diverso organizzatore, quindi il suo commento è oltremodo fuori luogo – coerenza -. Precisato questo, potrebbe anche interessarmi, a questo punto e solo per scrupolo ‘professionale’, come segretaria GTAL, la motivazione del suo sfogo. Per essere chiara: solo le argomentazioni sulla ‘verificata’ scarsa qualità dell’associazione GTAL e del suo operato. Sulle esternazioni ad argomento economico, la invito ad azionare il cervello prima di scrivere. Non c’è neanche da parlarne ed io non ne sarei in grado. Lei invece? Torno subito nell’animo amante del nuoto, della natura e delle acque libere, che puro e inattaccabile, mi spinge a credere, fermamente, che, incontrandoci in acqua, a qualsiasi manifestazione e in qualsiasi situazione di vero o percepito disagio, ansiosi solo di perderci nelle acque libere, diventeremmo subito amici. A presto allora, Flavia

  14. flavia ajolfi scrive:

    Voglio invece rispondere ad Adele, come a tutti quelli che coltivano il sogno di tuffarsi in acque libere e conservano ancora qualche remora. Il percorso di 400 mt. è proprio un percorso ‘propaganda’, un invito a sperimentare, nella assoluta tranquillità del percorso (16 vasche di piscina da 25 mt.) la magia delle acque libere. E’ il concretizzarsi del motto ‘tutti in acqua, tutti insieme’, idea che è alla base anche del progetto ‘Uniti nella Bracciata’, progetto di integrazione nello sport tra normodotati e disabili e della ‘Formula TUTOR’, perchè bimbi e genitori crescano insieme in acque libere. Quindi TUTTI possono fare i 400 mt. e se vieni, lo vedrai: tutti quelli che quel giorno han misurato le proprie forze, fisiche o psicologiche, per quella distanza in acqua, si godranno insieme le acque libere, nello stesso clima di sport ed amicizia di ogni distanza, con lo stesso impegno sportivo e godimento nel fascino delle acqua libere. Ti aspetto a Monate: farò anche io i 400 mt. Flavia (anni 55).

  15. pippo scrive:

    flavia ti ricordi che una volta
    c’era solo un circuto Nobile dei laghi

    adesso ce ne sono 2 nobile dei laghi e principe dei laghi
    come mai ???

    ci spiegheresti gentilmente la vicenda

    quante traversate organizzate da GTAL esistevano 3 anni fa ???

    Perche’ le traversate dei laghi non sono tutte in uno stesso circuito ???

    Dopo 3km abbondanti a viverone non c’era neanche l’acqua all arrivo !!!!!!!!!

    costo traversata 30 euro mi hanno detto !!!!!!!!!!!!!

    saluti

    Pippo

  16. pippo scrive:

    xke’ cancellate sempre i miei messaggi

    volevo solo chiedere a flavia come

    mai il nobile dei laghi si e’ sdoppiato in nobile e principe

    e se reputava corretto far pagare 30 euri a viverone

    circuito nobile con appoggio gtal per non avere nemmeno una bottiglia d’acqua all arrivo dopo piu’ di 3km in lago caldo il 19 agosto

    non abbiate paura delle vostre azioni

    saluti

    p

  17. Editore scrive:

    Caro Pippo,
    non abbiamo cancellato il tuo messaggio, il sistema lo aveva momentaneamente depubblicato. ;)
    A meno che non si offenda o si leda l’immagine qualcuno/qualcosa, oppure si faccia uso di termini poco educati, NAL pubblica qualsiasi commento che il pubblico scrive.
    Saluti sportivi!

    Staff NAL

  18. flavia ajolfi scrive:

    Ciao Pippo! Scusami, non sono una appiccicata al computer, non sono molto da blog insomma, ma mi fa un enorme piacere risentirti.
    Dunque, dunque, per punti.
    Le traversate ed i circuiti: Siamo passati, in pochi anni, da circa 10 traversate all’anno ed una richiesta di partecipazione al 100%, per conquistare l’ambito titolo, a più di 24 manifestazioni, 2 titoli e partecipanti che crescono e si sollazzano sui diversi circuiti – non dimentichiamo il terzo, nazionale, che stenta a decollare per ovvi motivi di dislocazione delle manifestazioni a livello nazionale – e quindi quale è il problema? Non è fantastico? Vuoi conoscere i pettegolezzi sulle fasi di scissione delle manifestzioni in due circuiti? Eh, non esiste ancora la ‘Novella 2000′ dei laghi! Chiediamo a NAL, se potesse inserire una pagina di gossip, magari ‘tira’! Io però, me ne impiperei, visto che l’obiettivo del nuotatore è avere tante belle occasioni di nuoto e organizzatori che , al limite, facciano a gara per dare il meglio, onde atttirare al proprio circuito i nuotatori sempre più esigenti e ‘ricercati’. In soldoni, il proliferare di attori (che siano organizzatori, come utenti), porta alla diversificazione, ad eventuali, umane, divergenze di opinioni, ma anche al proficuo aumentare di offerta e specializzazione. Quindi, al fine, è positivo e così lo vedo io che posso ambire a più titoli e non so più neanche dove girarmi per nuotare. Hai visto che è successo qualcosa di simile anche al mare? Manifestazioni a gogò, circuiti che vanno e vengono. Certo, magari, dietro qualche angolo c’è del grigiore e umani malcontenti, ma guarda bene! Pe i nuotatori il bicchiere quasi stracolma! E, forse non rispondendo con le parole desiderate, ma direi che ho esaurito il punto 1.

  19. flavia ajolfi scrive:

    Punto 2, sempre per Pippo. Proprio 3 anni fa, credo che:
    1) GTAL non esistesse 2) GTL, Il Gruppo Traversate Laghi, abbia avuto 1 o due anni di interruzione della sua storica Nuotata a Monate, ripresa con GTAL nel 2011, con la manifestazione ‘Uniti nella Bracciata’. Continuava a coordinare il circuito Nobile dei Laghi, ma, credo, non contasse manifestazioni proprie. Ti parlo sempre a ruota libera, da utente, amante del nuoto in acque libere; altrimenti dovrei diligentemente documentarmi e fornire dati impeccabili e inoppugnabili. Invece vado a memoria, memoria di nuotatrice. Spero tu non mi voglia chiedere pechè. Ti risponderei che sei un po’ troppo ‘dietrologo’. Io non ho risposte puntuali. Al 2012 ne conta 3: Monate, Verbania e Laveno.

  20. flavia ajolfi scrive:

    Vado per punti, per non creare un post tipo la divina commedia sui rotoloni…
    Pippo, ti dirò: anche io vorrei tutte le traversate su un solo circuito. La mia motivazione sarebbe però di tipo social-buonistico- bucolico-familiare: insomma il sogno di stare tutti insieme, tutti amici, tutti a collaborare con l’unico obiettivo di fare un gran bene a terzi, cioè a noi nuotatori! Nel mondo non funziona sempre così e, ti dirò anche, che con ciò non vorrei dover rinunciare alla golosità di poter ambire addirittura a 2 titoli. Vorrei invece che i titoli crescessero e si differenziassero: per numero manifestazioni, per kilometri totali di nuoto, per nuotatori lunghi e corti – voglio dire fondo e mezzo fondo – ma il limite non esiste e forse anche, come sempre, il rischio di passare da un’idea positiva ad effetti negativi. Altra classicità delle umane opere

  21. flavia ajolfi scrive:

    E veniamo alla incriminata Viverone. Si. le manifestazioni non sono economiche. Non lo sono neanche per gli organizzatori! Hai idea di cosa comporti un adeguato impianto di assistenza, a terra e in acqua: ambulanze, protezione civile, motoscafi, sub e chi più ne ha più ne metta, con assicurazioni ecc.? Io l’idea non la ho e non mi voglio far sangue gramo a farmela. Non è l’unica cara e non faccio nomi, ma li sappiamo tutti. Che dirti: si tratta di domanda e di offerta, di numeri e di possibilità, appoggi e sostegni economici ricevuti o magari nessuno dei due e così, o si rinuncia, o sale il costo. Certo è, che il bello di avere un’offerta tanto ampia di manifestazioni è anche quello di poter selezionare la manifestazioni cui partecipare e i criteri di selezione possono essere i più disparati e personali. Viverone è un laghetto bellissimo, caldo e placido, uno stabilimento da favola per passare la giornata, servizi super e abbondanti, quest’anno il blocco totale della navigazione a motore, apposta per noi nuotatori e poi… l’acque è arrivata! Ed anche lo Spritz e pizze, polenta a cubetti farcita ed altro. Te lo posso assicurare una giornata stupenda ed il panciolino ben gonfio. C’è stata forse una certa latenza tra fine nuotata e pappatoria; ma i miracoli ancora i nostri organizzatori non li sanno fare. Credo però si stiano attrezzando. Non voglio con questo dire che non si debbano inviare i propri commenti, critiche ed amorevoli consigli: è il sistema più collaudato per migliorare; ma il tono deve essere sempre positivo e costruttivo, perchè, suvvia, questa è la regola anche per vivere meglio, no? Carissimo Pippo, purtroppo la stagione del nuoto in acque libere sui laghi si è chiusa ieri, con Monate. Spero però davvero di incontrarti nel 2013, nuotare e divertirci come non mai, tutti insieme, in acque libere! Flavia

  22. pippo scrive:

    quante belle parole !!!!! Com’e’ che Flavia sa tante cose forse
    non ci vuole rivelare i pettegolezzi !!!

    Da esterno come la vedo io

    2010 nobile dei laghi 10-12 traversate laghi orta-lecco-mergozzo-maggiore-etc etc

    2011 nobile dei laghi e principe dei laghi come mai ???
    vabbe’ facciamo il circuito nobile anzi no non si puo’ c’e’ una
    traversata del circuito che non accetta iscrizioni ?? possibile !!!
    come faccio ad arrivare a 9 traversate ??? salta tutto !!!!

    Perche’ non fare un circuito unico. Che senso ha creare 2 circuiti
    concorrenti ??? Ve lo ha richiesto l’antitrust ???
    Perche’ rinunciare a bellissime traversate
    come Eremo pella orta angera-arona con i suoi 800 nuotatori ???
    Perche’ sprecare quest’opportunità di fare sistema ???
    Il punto 1 non lo hai spiegato per niente invece di fare sistema ed ottimizzare (acquisto boe in comune e loro riutilizzo per le manifestazioni, chip misura tempo idem etc etc etc ) vi siete divisi..sara’ il federalismo dilagante

    2012 spiegato il mistero: facciamo 2 circuiti perche’ i soldi li vogliamo noi (fare business da una nuotata che tristezza 30 euri sono molti sopratutto se 5 sono per fantomatica assicurazione di strana società che appare e scompare in 1 anno)
    ed ecco comparire dal nulla nuove ed entusiasmanti traversate con pochi fruitori dai prezzi esagerati e pacchi gara ridicoli con 30-35 euro ci faccio un triathlon sprint che ha tutti altri costi e problemi di organizzazione).
    Ma il nuotatore spende 500euro per una muta quindi spremiamolo !!!!!

    Cosi’ addio ad un circuito ricco di traversate storiche da cui pescarne ogni anno di diverse per guadagnare il titolo ed ecco un nuovo circuito in cui una sola organizzazione gestisce ben 3 traversate o piu’ !!!!
    Addio ad una serie di traversate fatte per raccogliere fondi per beneficienza e via al business !!! Con risultati devo dire piuttosto scarsi!!

    Per fortuna non tutto e’ cosi’ e ci sono persone che si impegnano
    e riescono a produrre manifestazioni fantastiche a prezzi accessibili ??

    CERCATE BENE CI SONO MANIFESTAZIONI FUORI DAI CIRCUITI CHE VALGONO MOLTO
    PIU’ DI QUELLE NEI CIRCUITI

    Viverone mi hanno detto e’ stata pessima mancanza di acqua ma obbligo di assicurazione mi sembra veramente micidiale !! far arrivare la gente alle 10 di mattina per partire il pomeriggio dopo 4 ore a cuocersi sotto il sole di agosto e’ sicurezza o forse serve per vendere un piatto di pasta al bar ??

    Un occasione sprecata per fare sistema promuovere i laghi del nord italia
    e il nuoto negli stessi !!!

    Sopraviveranno solo le manifestazioni migliori !!!!!!

    Aspetto con ansia i pettegolìezzi sul come e avvenuta la scissione in 2
    del circuito !!! Sono curioso per natura !!!!!!

    PS a monate si nuota gratis ed in sicurezza tutto l’anno no e’ necessario pagare !!!!!!!!!!

  23. flavia ajolfi scrive:

    Eh, si, non mi piacciono i pettegolezzi, ma i fatti. Non mi piace chi scredita e disprezza, ma chi costruisce. Non mi piace l’ignoranza arrogante, che arriva a citare come esempio negativo una traversata che utilizza uguale programma di giornata di altra traversata elencata tra le bellissime. Allora? Qual’è l’illuminato consiglio di Pippo? Fare ‘sistema’ tra organizzatori santi e quelli ladri? Pippo, le traversate sono aumentate e le occasioni di solidarietà – ed anche più che solidarietà – sono aumentate, grazie a tutti gli organizzatori. A Monate e nei nostri bei laghi, come Orta e Mergozzzo, tutti nuotano e si allenano gratis, per ritrovarsi poi insieme, tra amici, alle manifestazioni, gratis e no. Ma tu, da esterno, non lo sai, giusto? Pippo, purtroppo non trovo punti di interessante dialogo, ma ugualmente mi piacerebbe poterti alfine salutare, da persone educate, per nome. Ti chiedo perciò la cortesia di inviarmi l’ultimo saluto, educato, firmandoti col nome. Poi, purtroppo, ci attende il letargo, sognando in piscina le acque libere.

  24. pippo scrive:

    mi sa che sta flavia ha un po’ la coda di paglia

    aspetto ancora ansiosa il racconto della scissione

    nobile principe ????????????????

    Luciana Ruffinelli

  25. flavia ajolfi scrive:

    Cara Luciana, mi sono un secondo svegliata dal pisolo invernale e così posso salutarti. Grazie per la firma che aggiunge onestà ad un dialogo non proprio amichevole. Così sorvolo sulla ‘coda di paglia’, che potrebbe anche offendermi dal punto di vista estetico, visto lo stato dei miei capelli lunghi, tra laghi e piscina; ma che non sfiora la mia dignità morale di appassionata nuotatrice, che posso ancora, ripetendomi, vantare pura e inattaccabile. Il racconto della scissione non lo posso fare: al contrario di molti, mi riesce impossibile parlare di cose che non conosco, non essendone attore partecipante. Non sono un organizzatore, e un paio di anni fa, non avevo neppure il marginale ruolo che ora svolgo con la stessa passione – e scarso tempo – che posso dedicare al nuoto. Per inciso, mi occupo di comunicazione, perchè, come si può notare, mi piace scrivere e la passione e desiderio di condivisione mi straripano. Io vedo i fatti: i laghi, le manifestazioni, il nuoto, l’amicizia. Vedo che tutto aumenta, ahimè, insieme al costo della vita, e voglio che aumenti sempre più (non il costo, ma l’amore)e in questo vorrei davvero poter avere un piccolo ruolo. Altro, perdona, mi interessa poco. Ti invito però a passare l’inverno cercando di curare questo tuo dente, così avvelenato! Vieni a nuotare! Posta ancora, verso giugno 2013 e andremo a nuotare, gratis, insieme. Insieme è più bello e più sicuro. Porta la boetta! flavia

  26. a_rossi scrive:

    secondo me a voler ben guardare la Flavia sa molte cose
    che non ci vuole dire !!!!!!!!!!!!

    saluti

    A. Rossi

    GTAL – Gruppo Traversate Acque Libere – Associazione Sportiva Dilettantistica

    è associazione dal 27 marzo 2011.

    Direttivo:
    Presidente: Claudio Bottene
    Segretario: Flavia Ajolfi
    Vice Segretario: Paolo Cottini
    Tesoriere: Romeo Nazzari
    Collaboratori:
    Comunicati Stampa: Flavia Ajolfi
    Webmaster: Romeo Nazzari
    Revisore dei Conti: Matteo Martelli
    Coordinatore Personal Swimmers: Emanuele Mantovani
    Personal Swimmers: Lara Magnoli, Francesca Borgonovo, Diego Novella, Sara Casarin, Samuela Cattaneo, Napoli Alessandro, Deborah Crespi, Emanuele Mantovani, Paolo Cristoforoni, Samuela Cattaneo, Marco Cattorini, Orazio Volpe, Marco Brivio, Veri Ferruccio
    Addetti alla Sicurezza: Massimo Landoni, Mauro Maron
    Swimmer Coach: Luca Degiorgi
    Traduttori: Alfredo Jonathan Lemus
    Editori: Flavia Ajolfi
    Medici: Gabriele Manfredi, Giuseppe Villano
    Massaggiatore: Pasquale Papagna
    Subacquei: Roberti Sergio, Teoldi Franco

Lascia un commento

Chiusa la Fanzine NAL

12 Aprile 2013 -

LA FANZINE NAL CHIUDE DEFINITIVAMENTE!


Dopo aver provato anche la via delle sottoscrizioni ed aver costatato che non vi sono i numeri per far sopravvivere la fanzine, NAL decide di chiuderla definitivamente.

Parte dei contenuti e delle aree tematiche proseguiranno ad esistere sul sito della società sportiva e consultabile solo per coloro che sono iscritti.

A nome dell'intero Staff ringrazio coloro che ci hanno appoggiato, seguito, criticato, dato spunti per migliorare e per provare a credere ad un progetto che valorizzi il movimento del nuoto in acque libere, a volte poco considerato da chi invece dovrebbe migliorarne il posizionamento e la notorietà.

Un arrivederci nelle acque della nostra penisola. Buon nuoto!

Alessandro Pilati
Presidente NAL





FOCUS Meteo Meduse





Switch to our mobile site